> Renzi e la balla del tesoretto da 1,6 mld di euro da spendere ... >

martedì 14 aprile 2015

Renzi e la balla del tesoretto da 1,6 mld di euro da spendere ...





Di balle il governo Renzi ne ha propinate non poche (non ha caso da giovane veniva chiamato "il bomba"), ma volevo portare all'attenzione di tutti voi questo interessante articolo del Sole 24 Ore sul "fantomatico" tesoretto da 1,6 miliardi di euro che il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha annunciato qualche giorno fa ...

"(...) c’è davvero un “tesoretto” da spendere nelle pieghe del nostro bilancio pubblico? La risposta è no, no secco, su entrambe le domande. (..) Per il prossimo anno, è ormai cosa nota, Renzi e Padoan dovranno trovare 16 miliardi di euro per evitare il disastroso aumento della pressione fiscale legato all’incremento dell’Iva. (..)

Per quest’anno, poi, il governo non è ancora riuscito a trovare la copertura alla decontribuzione per chi assume stabilmente. Si tratta di poche decine di milioni.
(..) Un bilancio che per quest’anno vede affidati 5,2 miliardi di tagli alla difficile trattativa con gli enti locali e le Regioni, che conta su 3,3 miliardi di lotta all’evasione tutti da realizzare, che confida in un via libera tutt’altro che scontato della Ue su 1,7 miliardi frutto di split payment/reverse charge e, non ultimo, deve ancora trovare circa un miliardo di euro per la bocciatura della Robin tax da parte della Corte costituzionale.

Come si fa a parlare di “tesoretto” da distribuire davanti a tutto questo?

(..) Ma quel che è peggio è che quei soldi proprio non ci sono. Quei soldi sono un deficit. Sono il differenziale, indicato nel Def, tra l’obiettivo programmatico di un rapporto deficit/Pil a 2,6% e un tendenziale di 2,5%. Da qui quello 0,1% di Pil che si potrebbe spendere. Ma è tutta roba di carta, numeri astratti e potenziali. Quella franchigia, in sostanza, si determina sulla base di un aumento del Pil che il Governo stima superiore a quello che era stato precedentemente previsto e di tassi di interesse in declino. Una previsione, dunque, non un dato di fatto."
( Sole 24 Ore)

E spero che sia chiaro, con le previsioni ci facciamo poco ragazzi, servono i numeri, quelli veri, non le prese in giro!




 

Nessun commento:

>