> 'Reporters sans frontières', Italia perde 24 posizioni nella classifica per libertà di stampa! >

giovedì 12 febbraio 2015

'Reporters sans frontières', Italia perde 24 posizioni nella classifica per libertà di stampa!



Libertà di stampa, Italia giù al 73° posto: “Intimidazioni da criminalità e politica”


L'Italia perde 24 posizioni nella classifica per la libertà di stampa realizzata ogni anno da Reporters sans frontières, attestandosi così  al 73° posto. Il crollo è dovuto principalmente elle frequenti intimidazioni, non solo fisiche - sono finite sotto osservazione anche le tantissime querele per diffamazione - che troppo spesso sono solo un arma per intimorire chi scrive (qui il caso della querela del senatore Scilipoti nei miei confronti), che i giornalisti subiscono dalla criminalità ma anche dai "potenti".

Come spiega il rapporto (via Fatto Quotidiano), "La situazione dei giornalisti è peggiorata nettamente nel 2014 (..) con un grande incremento di attacchi alle loro proprietà, specie le automobili”. Rsf conta 43 casi di aggressione fisica e 7 casi di incendi ad abitazioni e vetture solo nei primi dieci mesi dell’anno. Ma non è solo la violenza fisica a limitare la libertà d’informazione nel nostro Paese. Il rapporto conta 129 cause di diffamazione “ingiustificate” contro i cronisti, sempre nei primi 10 mesi del 2014, mentre nel 2013 il dato si era fermato a 84. La maggior parte delle cause di questo tipo sono intentate da personaggi politici, e “costituiscono una forma di censura“.





Vedi anche:

Io, blogger, querelato per diffamazione dal senatore Scilipoti!




 

Nessun commento:

>