> Cirino Pomicino, “togliere vitalizio a politici condannati è aggressione a famiglie e vedove. Saremo tutti nella miseria” >

venerdì 27 febbraio 2015

Cirino Pomicino, “togliere vitalizio a politici condannati è aggressione a famiglie e vedove. Saremo tutti nella miseria”




La perla del giorno arriva questa volta dall'ex democristiano Paolo Cirino Pomicino, che ai microfoni de La Zanzara su Radio24 mostra tutta la sua contrarietà sulla questione dell'eliminazione del vitalizio per i politici condannati per reati gravi come la corruzione o la mafia.

La cosa veramente drammatica è sentire parlare di "aggressione alle famiglie e alle vedove", di "saremo tutti uguali nella miseria", personaggi che prendono stipendi mensili che nel migliore dei casi corrisponde al reddito annuo di un Italiano medio!

Alla faccia del "tutti uguali nella miseria"!

"me lo togliessero, facessero quello che vogliono. Ma lo tolgono alla mia famiglia. E’ un’aggressione alle famiglie e alle vedove dei parlamentari (..) Toglieranno il vitalizio e saremo tutti uguali nella miseria, avete ragione. Mi avete convinto. Via i vitalizi. Si salva il Paese. Anzi, perché ci dovete lasciare in vita? Impalateci tutti. Io so solo che, siccome ero un medico autorevole, se l’avessi saputo prima, avrei fatto il medico anziché il parlamentare (..) Il vitalizio altro non è che una forma pensionistica minore, perché non comprende la tredicesima e 1000 altre cose". (Fatto Quotidiano)










Vedi anche:

E intanto continuiamo a pagare i vitalizi per i Senatori condannati!




 

Nessun commento:

>