> Ebola, ecco la mappa dei paesi in emergenza! >

giovedì 6 novembre 2014

Ebola, ecco la mappa dei paesi in emergenza!



Guardando la mappa diffusa dal chimico Anthony England e ripresa anche dal Washington Post, direi che è il caso di evitare inutili allarmismi e stupide quanto pericolose psicosi (ho letto di immigrati aggrediti nei mezzi pubblici e di bambini cacciati dalle scuole dove studiavano ect ect), il temibile virus (che non è ancora da considerare una pandemia) va si temuto e rispettato ma la situazione non è ancora così grave come qualcuno vorrebbe far credere.
L'emergenza ebola è per il momento ristretta a soli tre Stati, che sono: Guinea, Sierra Leone, Liberia, in un continente immenso e sconfinato com'è lo è l' Africa!

Quanto è davvero un’emergenza, l’emergenza ebola? Guardate questa mappa pubblicata anche dal "Washington Post". Mostra che l’epidemia non è una pandemia. Che la diffusione del virus, seppur temibilissimo e imprevedibile, con le già accertate 5mila vittime nell’Africa occidentale e gli oltre 13mila contagiati, rimane almeno per il momento ristretta a tre stati. Sono Guinea, Sierra Leone, Liberia. Per quanto riguarda Nigeria e Senegal, paesi dove sono stati rilevati dei casi, l'emergenza è passata; sono stati dichiarati “ebola free”. E per quanto riguarda il Mali, c’è stato un solo caso, il paziente è morto, ma non ci sono altri contagiati (...) La cartina è diventata virale in Internet, se ne parla e si commenta. England è stato pure criticato per non avere incluso Mali e Congo. «L'emergenza è solo in tre paesi: il mondo deve saperlo», ha replicato. (Corriere della Sera)




 

Nessun commento:

>