> Segratario Sap, "Agenti condannati ingiustamente. Aldrovandi è morto per arresto cardiaco. Vogliamo revisione processo"! >

venerdì 2 maggio 2014

Segratario Sap, "Agenti condannati ingiustamente. Aldrovandi è morto per arresto cardiaco. Vogliamo revisione processo"!




Scusate l'insistenza sull'argomento ma leggere certi dichiarazioni ti lascia veramente basito ... questo è Gianni Tonelli, segretario nazionale del Sindacato autonomo di polizia (Sap), intervistato da Libero:

«Aldrovandi è morto a seguito di un arresto cardiaco e non per le percosse dei poliziotti che invece hanno agito secondo il codice... Non vi è stata nessuna pressione sul cuore causata da una pedata degli agenti. La macchia intorno al cuore, che si vede nella fotografia scattata dal tecnico di parte, non è un ematoma. Il medico legale ha detto che si trattava di una macchia ipostatica. Gli sfollagente si sono rotti perché, vecchi e logori, avevano perduto la loro elasticità. I calci ai testicoli? Non corrispondono a verità. Nella colluttazione Aldrovandi è finito sul cofano della macchina, per scappare ha sbattuto i testicoli sullo sportello dell’auto che era aperto (...)». «Io ero al congresso Sap ed ho applaudito convintamente i miei colleghi (gli agenti condannati per l'omicidio Aldrovandi, ndr)... C'è un ragazzo morto? Tutti giorni muoiono persone giovani sulle strade ma non per questo la colpa è delle strade...».


E qui invece dice la sua a 24 mattino dove rincara la dose :

"Le cause della morte di Aldrovandi sono ben altre. Non è il fermo di polizia la causa - ha aggiunto - e i colleghi li ho applauditi, sì. Non mi nascondo dietro un dito. Considero i colleghi condannati per errore giudiziario e cerchiamo una revisione del processo. Se un suo collega è condannato ingiustamente è un delitto solidarizzare ?"


via Nonleggerlo


Vedi anche:

- Congresso del Sap, entrano agenti condannati per morte Aldrovandi: partono 5 minuti di applausi!

- Applausi a agenti che uccisero Aldrovandi, Salvini: "io sto con i poliziotti"!




 

7 commenti:

>