> Le nuove Linee guida della Cei confermano, "Vescovo non ha obbligo di denunciare prete pedofilo" >

lunedì 31 marzo 2014

Le nuove Linee guida della Cei confermano, "Vescovo non ha obbligo di denunciare prete pedofilo"



Papa Francesco e Bagnasco

E in un secondo tutte le belle parole udite negli ultimi mesi contro la lotta alla pedofilia nel mondo ecclesiale, vanno a farsi friggere! E' stato infatti reso pubblico lo scorso 27 marzo il nuovo testo delle “Linee guida per i casi di abuso sessuale nei confronti di minori da parte di chierici”, approvato dal Consiglio episcopale permanente lo gennaio scorso, che va a sostituire il precedente dopo la clamorosa bocciatura dei mesi scorsi, ma che di fatto non ha portato ad alcun cambiamento sostanziale al testo originale, l'unica differenza rispetto la vecchia versione pubblicata nel 2012 sta in una semplice frase aggiunta al nuovo testo, ovvero "salvo il dovere morale di contribuire al bene comune".

Insomma un po' come dire, "noi della Cei abbiamo detto di denunciare, se poi loro non lo fanno, il problema morale è loro, non nostro ... noi ce ne laviamo le mani" ... e questo loro lo chiamano fare qualcosa contro la lotta alla pedofilia

Solite vergogne della Chiesa, solito disgusto!


“Nell’ordinamento italiano il vescovo, non rivestendo la qualifica di pubblico ufficiale né di incaricato di pubblico servizio, non ha l’obbligo giuridico – salvo il dovere morale di contribuire al bene comune – di denunciare all’autorità giudiziaria statuale le notizie che abbia ricevuto in merito ai fatti illeciti oggetto delle presenti Linee guida”. (Ansa)



Vedi anche:

-  Linee Guida della Cei: per i vescovi non c'è obbligo di denunciare prete pedofilo!




 

4 commenti:

>