> Puglia, via libera all’uso della cannabis per motivi terapeutici >

martedì 4 febbraio 2014

Puglia, via libera all’uso della cannabis per motivi terapeutici





La notizia segue quella di qualche settimana fa di Torino, il Consiglio Regionale Pugliese da finalmente via libera all'uso terapeutico della cannabis:

Il primo passo è fatto. L’uso della cannabis per motivi terapeutici, in Puglia, è legge. La Regione Puglia si allinea a quanto sta accadendo nel resto d’Italia, rompendo un tabù che fino ad oggi sembrava insuperabile. Il Consiglio regionale, all’unanimità, ha dato il via libera alla proposta di legge presentata dal gruppo di Sinistra Ecologia e Libertà. Sette articoli che regolamentano e disciplinano l’uso dei farmaci cannabinoidi. Nessun limite alle malattie da includere tra quelle trattabili, nessun obbligo di ricovero e trafile burocratiche più snelle per ottenere l’accesso alla cura. Il trattamento, prescritto dallo specialista, potrà essere somministrato in tutte le strutture ospedaliere e ambulatoriali – anche private accreditate – oppure a casa. (continua sul Fatto Quotidiano)

Ricordo che oltre gli effetti benefici dell'uso terapeutico derivato dalla cannabis, un eventuale legalizzazione (miraggio irraggiungibile per il Bel paese) delle sole droghe leggere in Italia (tra i primissimi posti per consumo di cannabis dell'intera Ue - dati EMCDDA e rapporto Onu) porterebbe, secondo stime fatte da esperti, un introito non inferiore ai 5 miliardi di euro l'anno che automaticamente verrebbero sottratte alle entrate delle mafie, ma questa è evidentemente tutta un'altra storia!




Vedi anche:

- Rapporto Onu sulle droghe: italia al primo posto per consumi. E Saviano, "legalizziamola"!

Italia al primo posto in Europa per consumo di cannabis




 

1 commento:

>