> Kiev, è guerriglia urbana 25 morti negli scontri! >

mercoledì 19 febbraio 2014

Kiev, è guerriglia urbana 25 morti negli scontri!



Violentissimi scontri a Kiev tra manifestanti e agenti di polizia. E chiamarla "guerriglia urbana" forse è stato un mio errore, da Kiev ormai arrivano immagini da vera guerra civile, tra lanci di molotov, granate stordenti, palline di metallo (proiettili), sassi e lacrimogeni, il bilancio drammatico è di almeno 25 morti e centinaia di feriti. Tra le vittime anche il giornalista ucraino Vyacheslav Veremiy, deceduto in ospedale.

Le violenze erano cominciate di mattina, quando i manifestanti hanno marciato in direzione del Parlamento per protestare contro la decisione dei deputati di rinviare la discussione in aula sulle riforme costituzionali che dovrebbero limitare i poteri presidenziali. La polizia è intervenuta per fermare la marcia. I dimostranti hanno lanciato sassi contro gli agenti e hanno dato fuoco a diversi furgoni che bloccavano il loro percorso; in risposta la polizia in tenuta antisommossa ha usato granate stordenti e lacrimogeni, sparando quelle che sembravano palline di metallo.
Nel primo pomeriggio, poi, l’ultimatum delle autorità ai manifestanti: fermare le violenze o ci sarà un intervento per ripristinare l’ordine. I dimostranti sono rimasti per le strade e a quel punto la polizia ha fatto irruzione a piazza Indipendenza, nota anche come il Maidan, utilizzando cannoni ad acqua e granate stordenti. Con i megafoni gli agenti hanno invitato donne e bambini a lasciare la piazza dicendo che era in corso un’operazione antiterrorista. Intanto il leader dell’opposizione Vitaly Klitschko ha arringato i circa 20mila manifestanti rimasti nell’area assicurando che la folla sarebbe rimasta in piazza. Ieri sera le forze dell’ordine hanno anche chiuso le stazioni della metropolitana nel centro di Kiev.
(Fatto Quotidiano)







foto via Corriere.it




 

Nessun commento:

>