> Cucchi, ennesimo scempio di Stato: assolti agenti e infermieri, colpevoli solo i medici >

giovedì 6 giugno 2013

Cucchi, ennesimo scempio di Stato: assolti agenti e infermieri, colpevoli solo i medici



 
Condannati i medici, assolti gli infermieri e gli agenti della penitenziaria. La sentenza che chiude il processo per la morte di Stefano Cucchi, il geometra di 31 anni arrestato per droga il 16 ottobre 2009 e morto di fame e sete sei giorni dopo al Pertini, viene accolta da fischi e cori di protesta: «Assassini, assassini, assassini. Questa non è giustizia!». Piange Ilaria, che fin dal primo giorno si è battuta perché venissero individuati i responsabili della tragedia di suo fratello. Per i familiari e gli amici del geometra è uno choc, perché dopo oltre sette ore di camera di consiglio restano impigliati nel processo solo i sei medici accusati di aver abbandonato il giovane. E il verdetto della terza corte d'assise di Roma, peraltro, è mite se confrontato con le richieste della procura, che aveva proposto pene più che triplicate: due anni per il primario Aldo Fierro; un anno e quattro mesi per Stefania Corbi, Flaminia Bruno, Luigi De Marchis e Silvia Di Carlo, otto mesi per Rosita Caponetti. Quest'ultima viene condannata per falso ideologico, i primi cinque per omicidio colposo (oltre a un risarcimento complessivo di 320 mila euro) e non per abbandono di incapace, il reato più grave prospettato dall'accusa. (Corriere della Sera)

Spesso la giustizia Italiana ti lascia sgomento (soprattutto in vicende del genere) ... è evidente che i segni  delle botte, i lividi sulla schiena e gli occhi gonfi, se li sarà fatti da solo o cadendo dalle scale ...








Vedi anche:

Cucchi, quel dito medio durante la sentenza (foto)




 

Nessun commento:

>