> E' morto Giulio Andreotti! >

lunedì 6 maggio 2013

E' morto Giulio Andreotti!



Giulio Andreotti (Lapresse)


E' morto oggi, all'età di 94 anni, Giulio Andreotti, leader storico della Dc ed ex Senatore della Repubblica. Nella sua lunghissima carriera politica è stato sette volte presidente del Consiglio, otto ministro della Difesa, cinque ministro degli Esteri, due ministro delle Finanze, ministro del Bilancio e ministro dell'Industria, una volta ministro del Tesoro e ministro dell'Interno.

Diverse le inchieste in cui rimase coinvolto, si ricordano le accuse di relazioni con la loggia massonica P2rapporti con Michele Sindona e Licio Gelli, o le strane "insistenze" di Andreotti per far trasferire il generale Dalla Chiesa a Palermo, ma tra le più eclatanti rimangono sicuramente quelle che portarono alla prescrizione per il reato di associazione a delinquere - ancora non esisteva il reato di associazione mafiosa - (come spiegava la sentenza, "Andreotti aveva «commesso» il «reato di partecipazione all'associazione per delinquere» (Cosa Nostra), «concretamente ravvisabile fino alla primavera 1980»"), e alla condanna a 24 anni di carcere per essere i mandanti (insieme a Badalamenti)  dell'omicidio Pecorelli . La condanna è stata poi annullata in appello.

Giulio Andreotti è morto alle 12 e 25 nella sua abitazione romana. Lo hanno reso noto i suoi familiari. Aveva compiuto 94 anni il 14 gennaio scorso. L'ex senatore a vita era stato ricoverato il 3 maggio dell'anno scorso al Policlinico Gemelli di Roma per una crisi respiratoria. Da allora, dimesso dall'ospedale, le sue condizioni erano migliorate ma non si era mai ripreso completamente. (Corriere della Sera)


Con Aldo Moro alla Camera nel 1976

Con Romano Prodi e Sandro Pertini nel 1978 (Ap)

Il 5 agosto 1986 Craxi legge il programma del suo secondo governo, al suo fianco Andreotti (Ap)

Andreotti e Silvio Berlusconi



Foto Ap - via Corriere.it


Vedi anche:

Andreotti, il 7 volte presidente del Consiglio (prescritto per mafia)!

Piero Ricca: Scusi sen. Andreotti, lei è mafioso?




 

Nessun commento:

>