> Marò, in India bruciano foto di Salvatore Girone e del premier indiano >

martedì 12 marzo 2013

Marò, in India bruciano foto di Salvatore Girone e del premier indiano



L'associazione dei pescatori del Kerala ha protestato ufficialmente con il governo di Nuova Delhi dopo decisione italiana di non fare tornare in India i  due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.  E alcune  centinaia di aderenti alla Società è scesa nelle strade della capitale Trivandrum  bruciando le foto del fuciliere Salvatore Girone e del premier indiano, Manmohan Singh (Ansa/Ajith K. Joseph)

L'associazione dei pescatori del Kerala ha protestato ufficialmente con il governo di Nuova Delhi dopo decisione italiana di non fare tornare in India i due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. E alcune centinaia di aderenti alla Società è scesa nelle strade della capitale Trivandrum bruciando le foto del fuciliere Salvatore Girone e del premier indiano, Manmohan Singh (Corriere della Sera)


La situazione è sicuramente molto complicata e difficile da districare, qui nessuno di noi sa come veramente sono andate le cose, ma sicuramente posso capire la rabbia degli Indiani (magari meno la forma delle loro proteste), che oltre a veder uccisi due loro connazionali senza motivo (perchè acque internazionali o meno, è stato comunque commesso un duplice omicidio, e sinceramente mi ha fatto un po' ribrezzo quella accoglienza da eroi concessa ai due Marò, con addirittura il presidente della Repubblica ad attenderli al loro sbarco in Italia senza sapere neanche se veramente sono colpevoli o meno), vedono anche il governo Italiano non rispettare gli accordi presi con il governo di New Delhi (gran bella figura, al solito) ... poi magari ci lamentiamo degli Americani quando ci abbattono qualche funivia e nessuno di loro paga!




 

Nessun commento:

>