> Berlusconi ancora condannato. Un anno di reclusione per il caso Unipol >

giovedì 7 marzo 2013

Berlusconi ancora condannato. Un anno di reclusione per il caso Unipol




Silvio Berlusconi è stato condannato un anno di reclusione per la vicenda dell'intercettazione Fassino-Consorte avvenuta durante la scalata a Bnl da parte di Unipol, pubblicata su Il Giornale quando era ancora coperta dal segreto istruttorio. Due anni e tre mesi sono stati inflitti a Paolo Berlusconi. L'ex premier era imputato  di concorso in rivelazione di segreto di ufficio con il fratello Paolo in relazione all'ormai nota intercettazione Fassino-Consorte ("abbiamo una banca?") avvenuta nel 2005 in piena scalata a Bnl da parte della compagnia assicurativa bolognese. (Ansa)


Arriva così la seconda condanna in pochi mesi per l'ex Premier Silvio Berlusconi, dopo i 4 anni di reclusioni per frode fiscale nel processo dei diritti tv Mediaset. Paolo e Silvio Berlusconi dovranno inoltre (entrambi) versare all'ex segretario dei Ds Piero Fassino una somma pari a 80 mila euro come risarcimento. 





Vedi anche:





 

4 commenti:

>