> Ustica, prima verità: "è stato un missile"! Lo Stato risarcirà vittime. >

martedì 29 gennaio 2013

Ustica, prima verità: "è stato un missile"! Lo Stato risarcirà vittime.



 
La strage di Ustica avvenne a causa di un missile e non di una esplosione interna al Dc9 Itavia con 81 persone a bordo, e lo Stato deve risarcire i familiari delle vittime per non aver garantito, con sufficienti controlli dei radar civili e militari, la sicurezza dei cieli. Lo sottolinea la Cassazione in sede civile nella prima sentenza definitiva di condanna al risarcimento. È la prima verità su Ustica dopo il niente di fatto dei processi penali.(Corriere della Sera)


Dopo oltre 30 anni di mistero, sospetti, processi, arriva finalmente una parte di verità, un primo piccolo tassello su quello che è veramente accaduto quel 27 giugno 1980, quando l'aereo dell' Itavia Douglas DC-9, decollato dall'Aeroporto di Bologna e diretto verso Palermo, si squarciò in volo e scomparve in mare, insieme ai suoi 81 passeggeri.

Un missile secondo la cassazione avrebbe abbattuto il Dc-9 durante un'azione militare ... un missile di cui non è dato ancora sapere la provenienza, ne l'appartenenza, di sicuro c'è soltanto che lo Stato, il nostro Stato, quello Italiano, ha agevolato gli autori di quella strage ad “eludere le investigazioni” e a rimanere impunito per sempre.

La Cassazione ha quindi condannato lo Stato a risarcire i familiari delle vittime di quella tragedia con un milione e 240mila euro complessivi, rigettando il ricorso del Ministero della Difesa e quello dei Trasporti, e anche la richiesta di prescrizione.

Adesso quello che mi auguro, è che per una volta in questo paese, dove neanche a distanza di 30 anni si riesce ad avere un po' di rispetto per chi ha perso la vita ingiustamente, trovi un minimo di dignità e dica finalmente tutta la verità sull'ennesimo scandalo Italiano!






Vedi anche:

Wikileaks, Giovanardi voleva coprire tutto: gli Americani erano coinvolti nella strage di Ustica!

Ustica: Ministeri colpevoli di "omissioni, negligenze e depistaggi". Ci hanno negato la verità per 30 anni!




 

Nessun commento:

>