> USA, il paese dove è più facile comprare un fucile d'assalto che abortire! >

sabato 26 gennaio 2013

USA, il paese dove è più facile comprare un fucile d'assalto che abortire!



Aborto

La donna che decide di abortire dopo essere stata stuprata commette il reato di “inquinamento delle prove” e va punita con una pena che può arrivare fino a tre anni di carcere. Finora gli attacchi più furiosi alla libertà di scelta e le dichiarazioni più sgradevoli su stupro e aborto erano usciti da bocche maschili e repubblicane. La proposta di legge presentata il 23 gennaio al Congresso del New Mexico, invece, porta la firma di una donna, Cathrynn Brown, anche lei rigorosamente repubblicana, secondo cui la vittima di una violenza carnale deve portare a termine l’eventuale gravidanza perché il feto possa essere utilizzato in sede di processo come prova del reato (..) “L’inquinamento delle prove – si legge nella House Bill n. 206 presentata alla Camera dei Rappresentanti – includerà l’abortire o il facilitare un aborto oppure il costringere qualcuno ad ottenere l’aborto di un feto che sia il risultato di una penetrazione sessuale criminale o di un incesto, con l’intento di distruggere le prova del crimine”. (Fatto Quotidiano)

La folle proposta, tutta ancora da discutere fortunatamente, è arrivata dalla Repubblicana Cathrynn Brown, e andrebbe quindi a paragonare l'aborto, anche in conseguenza ad uno stupro o un incesto, a reati di "terzo grado" come l'omicidio volontario, il furto, la guida in stato di ebbrezza, lesioni aggravate, sequestro a scopo di riscattocon una pena massima di 3 anni di carcere.

Ricordo che, negli evoluti e moderni Stati Uniti d'America, sono state approvate in due anni ben 135 leggi anti aborto (92 di queste leggi sono state approvate nel solo 2011 in 24 Stati diversi) che in un modo nell'altro negano o tentano di persuadere le donne dall'abortire ... pensate che addirittura in Arizona, Georgia e Louisiana è vietato l'aborto anche nel caso in cui la salute della madre sia in pericolo.

A prescindere da come andrà ad evolversi la situazione intorno a questa ennesima indecente proposta di legge, è paradossale rendersi conto di come negli Stati Uniti sia sicuramente più facile comprare un fucile d'assalto e commettere una strage (vedi l'ultimo caso, di pochi giorni fa, del 15enne che ha ucciso 5 persone con una pistola, o l'agghiacciante quanto ingiustificabile strage di Newtown dove sono state massacrate 27 persone, 20 delle quali bambini tra i 5 e i 10 anni - solo per citare i due casi più recenti), che avere il diritto ad abortire!


Per la cronaca, e per far capire meglio in quale realtà vivono gli Americani, è notizia proprio di questi giorni l'annuncio del famoso sito Groupon di bloccare la vendita di armi da fuoco sul loro sito (versione americana) ...








 

Nessun commento:

>