> Secondo i Pm, "Berlusconi e Dell'Utri garanti del patto Stato-mafia"! >

martedì 6 novembre 2012

Secondo i Pm, "Berlusconi e Dell'Utri garanti del patto Stato-mafia"!



In gioco non c'era solo la revoca del carcere duro: nella drammatica stagione delle bombe del '92-'93 i capi di Cosa nostra puntavano a un "nuovo patto di convivenza Stato-mafia per traghettare dalla prima alla seconda Repubblica", cercavano soprattutto "nuovi referenti politici". E nel '94 li avrebbero trovati, ne è convinto il pool coordinato dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia: "Il lungo iter di una travagliata trattativa trovò finalmente il suo approdo nelle garanzie assicurate dal duo Dell'Utri-Berlusconi, come emerge dalle convergenti dichiarazioni dei collaboratori Spatuzza, Brusca e Giuffrè". (Repubblica

Ditemi quello che vi pare, ma davanti alla vergognosa classe politica che da ormai 50 anni ci governa, non riesco a non credere a quello che dice (da decenni) la magistratura sulla trattativa Stato-mafia .... quella stessa magistratura che già in passato è stato denigrata, offesa, ridicolizzata in tutti i modi (sembra chiaro che questa sia la strategia della politica), pensate solo a come sono stati spesso e volentieri trattari Falcone e Borsellino, che hanno subito torti e ritorsioni, sfregi di ogni sorta, abbandonati al loro destino, fino alla morte ... e adesso è solo il turno di Ingroia (che per aver osato mettere il naso dove non doveva è stato spedito casualmente in Guatemala) & C. !


Qui il testo completo dei Pm.




 

1 commento:

>