> Il Cardinal Martini e l'ipocrisia della Chiesa! >

sabato 1 settembre 2012

Il Cardinal Martini e l'ipocrisia della Chiesa!




 
E’ morto Carlo Maria Martini, cardinale per 22 anni della diocesi di Milano. Ieri le sue condizioni di salute si erano aggravate. Da sedici anni combatteva contro il morbo di Parkinson e aveva rifiutato l’accanimento terapeutico. Una scelta che non sorprende se si pensa all’”uomo” che l’ha fatta, ma che potrebbe scatenare polemiche per quello che è stata la sua vita e il suo ruolo. (Fatto Quotidiano)

Massimo rispetto per il Cardinal Martini che ci ha lasciati all'età di 85 anni, ma c'è un ma ... che fine ha fatto il Vaticano che scese in piazza protestando, scandalizzato e inorridito, tra le proteste, sdegnato per il caso Eluana Englaro, una ragazza costretta da 16 anni in stato vegetativo a giacere su un letto di ospedale e tenuta in vita - fino alla sua morte nel febbraio del 2009 - solo grazie a dei macchinari (questo non è andare contro natura caro Vaticano?) e per la quale i genitori, dopo anni di sofferenze e dolori (per loro ed Eluana) chiesero lo stop all'accanimento terapeutico?

E adesso invece silenzio assoluto, nessuna nota del Vaticano, nessuna protesta dei cattolici, neanche di quelli che poco tempo fa scesero in piazza a Roma per protestare contro l'aborto, neanche del Papa che mette bocca su tutto, dall'aborto, alla contraccezione (meglio prendersi l' Aids che usare il preservativo, secondo la sua illuminante mente), al testamento biologico ... ma che non fa un fiato quando a chiedere (e ad ottenere) lo stop all'accanimento terapeutico sia un suo cardinale!

Ipocrisia papale!!!!!!




N.B. la mia critica non va al Cardinal Martini che ha sempre evidenziato le sue posizioni rispetto all'accanimento terapeutico e ad altre situazioni simili, ma all'ipocrisia del Vaticano.




 

Nessun commento:

>