> Stefania Craxi si chiede perchè "una piazza verrà dedicata a Berlinguer" e non a Bettino ... >

giovedì 24 maggio 2012

Stefania Craxi si chiede perchè "una piazza verrà dedicata a Berlinguer" e non a Bettino ...



"Caro sindaco,
apprendo con stupore che una piazza di Milano sarà domani intitolata a Enrico Berlinguer: una pratica aperta e rapidamente giunta a conclusione!
Negli uffici del Comune di Milano c'è un altro fascicolo aperto da anni e mai chiuso per l'opportunismo di Letizia Moratti, timorosa di un voto contrario della Lega, il cui moralismo vediamo oggi di che pasta fosse fatto: la pratica che includerebbe nella toponomastica cittadina il nome di un grande milanese, Bettino Craxi. Cosa c'entra Berlinguer con Milano? A Milano il leader comunista è sempre stato sconfitto dai socialisti, Milano è una città socialista come testimonia la lunga sequenza di sindaci susseguitisi dall'avvento della Repubblica; non basta certo una sola prova elettorale a cambiare la fisionomia di una città. E quali meriti nazionali può vantare Berlinguer? Egli fu sicuramente un uomo onesto e virtuoso, ma pose le sue non comuni capacità al servizio di un'ideologia condannata dalla storia e di una politica sbagliata, dagli effetti disastrosi. E non parliamo nemmeno della sua eredità, l'antisocialismo viscerale dei «ragazzi di Berlinguer» ...." (il testo integrale su Repubblica)

Continua così la lettera (sopra uno stralcio) inviata da Stefania Craxi al sindaco di Milano Giuliano Pisapia, tra elogi e "scappellamenti" vari al fratello Bettino, chiedendo del perchè domani verrà intitolata una piazza ad Enrico Berlinguer, mentre per suo padre Bettino questo non è mai avvenuto ...

Ma ho letto bene? "apprende con stupore"? Ma forse il motivo (o almeno uno dei motivi principali) è perchè Enrico Berlinguer (uno dei più rispettati e amati politici Italiani di sempre), a differenza di Bettino Craxi, non è mai stato condannato ne tanto meno un latitante (Craxi fuggì ad Hammamet, in Tunisia, il 12 maggio 1994, quando capì che ormai il suo arresto era imminente)?

Per la cronaca, Craxi è stato condannato con sentenza passata in giudicato a (da Wikipedia, dove troverete tutti i dettagli):

5 anni e 6 mesi per corruzione nel processo ENI-SAI il 12 novembre 1996;

4 anni e 6 mesi per finanziamento illecito per le mazzette della metropolitana milanese il 20 aprile 1999.

Per tutti gli altri processi in cui era imputato (alcuni dei quali in secondo o in terzo grado di giudizio), è stata pronunciata sentenza di estinzione del reato a causa del decesso dell'imputato.

Fino a quel momento Craxi era stato condannato a:

4 anni e una multa di 20 miliardi di lire in primo grado per il caso All Iberian il 13 luglio 1998, pena poi prescritta in appello il 26 ottobre 1999.

5 anni e 5 mesi in primo grado per tangenti ENEL il 22 gennaio 1999;

5 anni e 9 mesi in appello per il conto protezione, sentenza poi annullata dalla Cassazione con rinvio il 15 giugno 1999;

3 anni in appello bis per il caso Enimont il 1º ottobre 1999;

Craxi fu anche rinviato a giudizio il 25 marzo 1998 per i fondi neri Montedison e il 30 novembre 1998 per i fondi neri Eni.




 

2 commenti:

>