> Sondaggio Acli, per 1 italiano su 3 serve la 'rivoluzione' >

lunedì 7 maggio 2012

Sondaggio Acli, per 1 italiano su 3 serve la 'rivoluzione'




L'Italia uscirà dalla crisi entro i prossimi tre anni, ma in condizioni peggiori di prima, e comunque tra 10 anni saremo più poveri. Per cambiare il Paese ci vorrebbero le riforme, ma per una persona su tre l'unico mezzo è la "rivoluzione". Sono i risultati di un sondaggio tra gli italiani, realizzato per le Acli da Ipr Marketing (..) Per cambiare il Paese, per la maggioranza (50,9%) la strada da seguire è quella riformista, con interventi graduali e condivisi ma anche impopolari. Ma la crisi porta con sé anche atteggiamenti radicali: quasi un terzo del campione (32,%) vede la "rivoluzione" come unico mezzo per trasformare l'Italia; per il 17,2% degli intervistati "questo Paese non cambierà mai". (Ansa)

E mentre iniziano a circolare sempre con maggiore insistenza sondaggi simili, ieri ancora un suicidio, un artigiano a Venezia si è impiccato con un cavo elettrico nella sua abitazione ... oggi un agente immobiliare del vicentino si è impiccato nel parco vicino casa, e un altro uomo ha tentato il suicidio salvato in tempo dalla figlia 15enne ... nel frattempo, stamane l'ad  della divisione nucleare,  Roberto Adinolfi, 59 anni, è stato gambizzato da due uomini in scooter che l'hanno colpito all'altezza del ginocchio ... l'attentanto sembra indicare una pista di stampo "eversivo" anche se ancora è tutto da accertare ...


Ecco a cosa ci stanno portando ... la gente non ce la fa più, ma lo vogliono capire?




 

Nessun commento:

>