> «Siamo cittadini di un Paese che si ricorda che dobbiamo stare uniti solo quando si muore. Ciao, Melissa» >

sabato 19 maggio 2012

«Siamo cittadini di un Paese che si ricorda che dobbiamo stare uniti solo quando si muore. Ciao, Melissa»




Migliaia di persone affollano piazza della Vittoria, cuore della città di Brindisi. Sono state richiamate da un appello del sindaco Mimmo Consales in risposta all'attentato all'istituto «Morvillo Falcone» che ha causato la morte di una studentessa di 16 anni (Melissa Bassi) e il ferimento di otto persone. Una ragazza dice senza mezzi termini: «Adesso ammazzateci tutti. Dobbiamo reagire». Sul palco sono alternati ragazzi che hanno invitato a lottare contro la criminalità (..) Sul palco un gruppo di giovani mostra uno striscione sul quale è scritto: «Siamo cittadini di un Paese che si ricorda che dobbiamo stare uniti solo quando si muore. Ciao, Melissa». Ha concluso la manifestazione il presidente dell'associazione «Libera» don Luigi Ciotti: «Dobbiamo dare qualcosa di più ai giovani, non li lasciamo soli». (Corriere della Sera)


Una ragazza di 16 anni morta, decine di feriti ... due bombe davanti la scuola intitolata a Francesca Morvillo e Giovanni Falcone , nella vigilia dei 20 anni della morte di Giovanni Falcone, il giorno prima dell'arrivo della Carovana antimafia di Libera  ... e lo Stato latita ...




 

Nessun commento:

>