> Multe, bollette e benzina .. tutti i soldi che Lusi dava ai leader della 'Margherita'! >

sabato 26 maggio 2012

Multe, bollette e benzina .. tutti i soldi che Lusi dava ai leader della 'Margherita'!




Multe, bollette telefoniche, spese per i giornali, per il carburante, per gli avvocati, fotocopiatrici, migliaia di euro per spese "informatiche" ... sono decine e decine le fatture consegnate dalla segretaria di Luigi Lusi (riguardanti gli ultimi 3 anni) ai magistrati romani che stanno tentato di ricostruire tutti gli (strani) giri di soldi (finanziamenti pubblici) dopo lo scioglimento della Margherita ... e il Corriere della Sera ne riporta un elenco:
I fogli sono divisi per nome e per anno. La spesa più frequente riguarda le bollette telefoniche. Sono decine di migliaia gli euro rimborsati a Francesco Rutelli e ai parlamentari che facevano parte del suo entourage. Le annotazioni di Lusi riguardano gli ultimi tre anni, ma le «uscite» anomale relative a questo tipo di pagamenti si riferiscono soprattutto al 2012 quando a gennaio vengono infatti annotate spese per un totale di 27mila euro soltanto per gli esponenti politici di questa corrente: quasi ottomila per Gianni Vernetti, parlamentare passato all'Api insieme all'ex presidente della Margherita e nella lista relativa alla stessa voce è inserito anche Luciano Nobili, altro fedelissimo di Rutelli. Ben 3.154 euro vengono annotati relativamente a Paolo Gentiloni per la stessa causale. A Rutelli è invece attribuita una spesa «rimborsi edicola», decine di migliaia di euro nel 2010 e 4.000 per l'acquisto di una fotocopiatrice, oltre a 63mila euro alla voce «informatica».

E ancora su Giuseppe Fioroni:
ci sono 11mila euro erogati per il pagamento di multe. Lui però nega che possa trattarsi di contravvenzioni prese con la propria autovettura, «anche perché - precisa - io faccio oltre 150mila chilometri ogni anno per attività politiche e la Margherita, mettendomi a disposizione l'auto, ha contribuito a questa attività fatta per conto del Pd. Tant'è che gli ausiliari di pubblica sicurezza che mi accompagnano sono dipendenti del Partito Democratico».

E altre spese su:
alcune fatture relative al 2009. A che cosa sono serviti i 48.300 euro pagati in tre volte alla ditta «F.lli Chiesa» che si occupa di rifacimento del manto stradale? E che cosa hanno affidato nel 2010 all'azienda «Cianfrocca» specializzata in traslochi che ha ricevuto due volte 24mila euro e una volta ben 87mila e 300 euro? A questi interrogativi dovranno rispondere i finanzieri, ma anche gli analisti della Banca d'Italia che stanno esaminando per conto dei magistrati tutte le spese saldate con assegni e bonifici



vignetta di Edoardo Baraldi 




Vedi anche:


Lusi, chiesta l'autorizzazione all'arresto!

Dal 2008 ad oggi il Pd ha "bruciato" 243 milioni di euro di finanziamenti pubblici!

l'Espresso: "da Lusi 866 mila euro a Rutelli"

Fottuti da un boy-scout!

La Margherita non c'è più. I contributi sì




 

Nessun commento:

>