> La demagogia della classe politica sui finanziamenti ai partiti! >

sabato 5 maggio 2012

La demagogia della classe politica sui finanziamenti ai partiti!



tesorieri_segnaletica.jpg
"fotomontaggio" di Grillo in cui appaiono le foto 'segnaletiche' dei 5 tesorieri di partito. 


I partiti non mollano. Toccategli tutto, ma non l'argenteria. Si sono tenuti anche l'ultima tranche di 182 milioni di finanziamenti elettorali illegali. Soldi illegali in quanto aboliti a larghissima maggioranza da un referendum. Hanno fatto ammuina per tre settimane. Vanno capiti, come possono restituire ciò che hanno già speso? Le banche gli hanno anticipato la prossima rata prima che venisse incassata. Provate a farlo voi con una fattura di 1.000 euro. Il cassiere vi farebbe internare.
Né restituzione, né congelamento, ma la promessa (giurin giuretta, croce sulle labbra) di discuterne dopo le elezioni comunali. Rinvio per motivi tecnici. Il Pdmenoelle propone addirittura di dimezzare la refurtiva (senza fornire però date). E' come se uno svaligiatore sorpreso sul fatto patteggiasse il bottino tenendosene metà. Che facce da Bersani!
Rigor Montis in difficoltà con i sondaggi, che lo danno al livello di gradimento di Berlusconi, ha chiesto l'assistenza di Amato, un uomo di grande esperienza nel ramo, per disporre di "analisi e orientamenti" sul finanziamento ai partiti. E' come richiamare una maitresse in pensione per controllare gli incassi di un bordello. L'ex tesoriere di Craxi che verifica l'operato di Lusi e di Belsito. Un'operazione di rilancio dell'immagine del Governo degna di "Totò le Mokò".

Beppe Grillo (da cui ho riportato il pezzo che leggete sopra) sarà anche un "demagogo" come tutti i i nostri politici lo definiscono, ma come definire loro che dopo un referendum con oltre 31 milioni di persone votanti (che avevano detto NO AI FINANZIAMENTI AI PARTITI), per settimane hanno fatto a gara a chi voleva "tagliare" o "dimezzare" i rimborsi ai partiti, e poi l'unica azione intrapresa dal governo dei "prof" (appoggiato da Pd, Pdl e Udc ... non dimentichiamolo mai, tutto quello che passa del governo Monti è votato e appoggiato da questi tre partiti) è stata quella di chiamare un uomo in politica da 30 anni, che prende 32 mila euro di pensione al mese, ed ex tesoriere del PSI di Craxi ?




Vedi anche:

Amato, (32 mila euro di pensione al mese) vigilerà sui soldi pubblici ai partiti ... stiamo in buone mani allora!

Riforma finanziamenti ai partiti? Sono stati già abrogati nel '93 con un referendum! Ricordate?

Quanto ci costano i partiti?




 

Nessun commento:

>