> Tanto per ricordare con chi abbiamo a che fare ... >

sabato 10 marzo 2012

Tanto per ricordare con chi abbiamo a che fare ...



 
Per la prima volta, il dipartimento di Stato americano ha inserito il Vaticano nell’elenco degli stati che suscitano “preoccupazione” in materia di riciclaggio di denaro sporco. La notizia viene dalla Reuters. Il Vaticano non è stato classificato “ad alto rischio”, almeno per ora, ma fa parte della seconda categoria (su un totale di tre). La decisione è stata presa in quanto le sue istituzioni finanziarie si sono dimostrate “vulnerabili” al riciclaggio. La sfida decisiva è prevista per giugno: sarà allora che si deciderà se le misure adottate dalla Santa Sede basteranno a evitare l’inserimento nell’imbarazzante elenco dei paradisi fiscali redatto dalle authority finanziarie internazionali (Uaar)

Lo scandalo Ior, quello del banco Ambrosiano, i rapporti con la mafia e la banda della Magliana, almeno agli americani qualcosa hanno insegnato ...




 

Nessun commento:

>