> Neanche in Svizzera lo vogliono! >

martedì 27 marzo 2012

Neanche in Svizzera lo vogliono!



 
Voleva depositare su un conto svizzero due milioni e mezzo in contanti. Ma i funzionari di banca avrebbero rifiutato di accettare l'operazione, non avendo garanzie sulla provenienza dei soldi. Una vicenda che appare senza precedenti e sulla quale hanno avviato verifiche l'Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza. Protagonista è il direttore del Tg4 Emilio Fede, già indagato per favoreggiamento della prostituzione per le feste organizzate nelle residenze dell'ex capo del governo Silvio Berlusconi e per concorso in bancarotta fraudolenta dalla magistratura milanese con l'agente dello spettacolo Lele Mora, tuttora detenuto proprio per l'inchiesta sul fallimento della sua società «Lm management» che per anni ha gestito l'immagine di numerosi personaggi dello spettacolo. E, si è scoperto poi, serviva a reclutare le ragazze da portare ad Arcore e a Villa Certosa.
A chiedere l'intervento delle autorità di controllo è stato un dipendente della banca che evidenzia un episodio risalente alla fine di dicembre, circa tre mesi fa. Nella denuncia racconta che Emilio Fede, accompagnato in macchina da un'altra persona, si è presentato presso la filiale dell'istituto di credito di Lugano con la valigetta piena di contanti, ma che è dovuto rientrare in Italia perché i responsabili della banca non hanno ritenuto opportuno accettare la somma(Corriere)


Dopo i processi in cui è rimasto coinvolto, accuse da far vergognare chiunque solo ad uscire di casa, com'è cambiata la musica  per Fede eh? neanche con due milioni e mezzo di euro in contanti in una valigetta lo vogliono? ... povero Emilio!


(anche se ammetto che sta storia dei soldi rifiutati perchè non si "conosce la provenienza", mi puzza un po' di bufala ... staremo a vedere)





 

Nessun commento:

>