> Anonymous, è il turno di Sgarbi “Hai perso un’altra occasione per tacere. Capra” >

mercoledì 21 marzo 2012

Anonymous, è il turno di Sgarbi “Hai perso un’altra occasione per tacere. Capra”



Dopo i recenti attacchi al sito di Paniz, della Binetti, di Radio Vaticana, nel frattempo hanno attaccato nuovamente (per la terza volta) il sito Vatican.va

 

E quello della polizia di Stato (tornati ormai entrambi online) ...

 

Ma non potevo non mostrarvi la recente visita che quelli di Anonymous hanno riservato a Vittorio Sgarbi dopo le recenti affermazioni contro il magistrato Ingroia, la Cassazione e il "diritto degli omosessuali ad avere una famiglia" e le vicende di mafia che l'hanno coinvolto ... nella sezione "libro" appare una foto di Paolo Borsellino e la frase "fuori la mafia dallo Stato" ...




E il seguente messaggio:

Salve Vittorio, Come al solito hai perso un'altra occasione per tacere. Capra :>
A noi i simpatizzanti omofobi della mafia non ci piacciono affatto,e tu non ci piaci. Onore a Paolo Borsellino,Giovanni Falcone,Aldo Moro,Antonio Ingroia,Peppino Impastato,Guido Galli,Emilio Alessandrini,Umberto Ambrosoli e a tutti coloro che combattono attivamente le mafie in italia e in tutto il mondo e a quelli caduti per la Causa. 
"Sono morti per noi e abbiamo un grosso debito verso di loro; questo debito dobbiamo pagarlo giosamente continuando la loro opera, rifiutando di trarre dal sistema mafioso anche i benefici che possiamo trarne, anche gli aiuti, le raccomandazioni, i posti di lavoro, facendo il nostro dovere; la lotta alla mafia, il primo problema da risolvere nella nostra terra bellissima e disgraziata, non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione ma un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, della indifferenza, della contiguità e quindi della complicità; ricordo la felicità di Falcone quando in un breve periodo di entusiasmo egli mi disse "La gente fa il tifo per noi"; e con ciò non intendeva riferirsi soltanto al conforto che l'appoggio morale della popolazione dà al lavoro del giudice, significava qualcosa di più, significava soprattutto che il nostro lavoro stava anche smuovendo le coscienze" 
Paolo Borsellino
Noi siamo Anonymous.
Noi non dimentichiamo.

Noi non perdoniamo.
Aspettateci.




 

1 commento:

>