> Cosa ha detto di così sbagliato? >

mercoledì 15 febbraio 2012

Cosa ha detto di così sbagliato?




Sarò una delle pochissime voci fuori dal coro ... ma, cosa ha detto di così sbagliato?

Prima cosa, chi ha ingaggiato Celentano lasciandogli totale libertà, non sapeva a cosa andava incontro? Secondo, mi vengono a fare la morale proprio loro del Vaticano? Proprio loro parlano di ignoranza? Proprio loro parlano di "dover chiedere scusa"? Magari quando inizieranno a pagare le tasse e a darci qualche spiegazione in più sui vari Marcinkus, banda della Magliana, Mani pulite, scandali dello Ior, i migliaia e migliai di casi di pedofilia tenuti nascosti dalla Chiesa ect ect allora avranno qualche diritto in più! Ma fino a quel momento non dovrebbero fiatare!

Terzo, chiudere quotidiani che non riescono ad autofinanziarsi, che non riesco a sopravvivere sul mercato del lavoro se non con finanziamenti pubblici, vanno tutti chiusi, a partire da L'Unità che nel 2011 ha preso 6 milioni di euro di fondi, all'Avvenire, appunto, che ne ha preso 5,8 milioni di euro, a la Padania che ne ha preso 3,9 milioni, al Manifesto che ha presi 3,7 milioni, al Foglio che ne ha presi 3,4 milioni di euro,  e via via con tutte le altre decine di quotidiani che campiamo ... a mio parere non si tratta di censura, tanto meno vedo lo scandalo nel parlare della chiusura di QUOTIDIANI FINANZIATI CON FONDI PUBBLICI, nonostante vendano solo poche migliaia di copie e che senza i finanziamenti non gli permetterebbero mai di continuare la loro attività! Lo chiamerei più che altro, riappropriarci dei soldi che i partiti ci levano con la storiella della "pluralità" ... ma quale pluralità? dove sta questa pluralità? che i quotidiani sono tutti politicizzati! ... e poi mi chiedo, ma tutti questi quotidiani che stanno rischiando il fallimento, dove cazzo la mettono quella montagna di soldi pubblici che gli regaliamo ogni anno?

Quello che a me scandalizza veramente è che la Rai censuri Celentano senza lasciare la minima traccia del suo intervento di oltre un ora, sparito completamente dal suo sito ... quello che mi scandalizza ancora di più è la censura messa ancora una volta in atto dal Dg Lei che ha commissariato il festival inviando come supervisore  l’ex sottosegretario della Lega Nord, Marano ... quello che mi scandalizza ancora di più è il servilismo messo in mostra da tutti i quotidiani Italiani, solo perchè il "molleggiato" ha osato criticare il Vaticano e due dei suoi quotidiani (finanziati con soldi pubblici Italiani)!

 Ma ecco qui alcune delle frasi "più forti" dette da Celentano (l'ultima sulla Grecia deve far pensare ...) durante la puntata di ieri:

"Giornali inutili come Avvenire (5 milioni 381 mila euro di fondi pubblici nel 2011) e Famiglia Cristiana (336 mila euro di fondi pubblici nel 2011) andrebbero chiusi definitivamente perché si occupano di politica e di beghe del mondo anziché di cose confortanti che Dio ci ha promesso (..) Avvenire e Famiglia Cristiana sono testate ipocrite come le critiche che fanno a uno come don Gallo che ha dedicato la sua vita per aiutare gli ultimi
"Ho capito perchè si chiama Lei (riferendosi al Dg Rai), perchè vuole mantenere le distanze: anche con Michele Santoro... l'ha distanziato mica male
Sui preti "non parlano mai del paradiso come a dare l'impressione che l'uomo sia nato solo per morire" 
"La Chiesa dovrebbe pagare l'ICI/IMU, come chiunque altro
"Il Vaticano non dovrebbe accumulare ricchezze stratosferiche, ma magari dare un tetto ai clochard che con la neve dormono davanti ai conventi, invece di chiamare la polizia (fatto successo di recente a treviso) perché con la loro anestetica presenza turbano l'estetica e il decoro pubblico, e scoraggiano il turismo
"Di Pietro, Parisi e Segni hanno raccolto un milione e duecento mila firme che la Consulta ha buttato nel cestino". Lo stesso Morandi ha criticato la decisione della Consulta, sostenendo che, "bocciando il referendum, ha tolto la parola ai cittadini".

"La Merkel e Sarkozy impongono al governo greco l’acquisto delle loro armi. Se volete gli aiuti e rimanere nell’euro, hanno detto, dovete comprare i nostri carri armati e le nostre belle navi da guerra, imponendo così tagli e sacrifici agli straziati cittadini greci"




 

9 commenti:

>