> Santanchè e Cicchitto difendono gli evasori di Cortina, “sbagliato colpire i ricchi”! >

giovedì 5 gennaio 2012

Santanchè e Cicchitto difendono gli evasori di Cortina, “sbagliato colpire i ricchi”!



Dopo la notizia del blitz anti-evasori a Cortina, c’è chi ha gridato alla scandalo, ma non per le decine di persone che dichiarano appena 30 mila euro e sono proprietari di superauto dal valore di diverse centinaia di migliaia di euro, ne per l’impennata di vendite che ha fatto registrare un +400% rispetto il giorno precedente (forse qualcuno non batteva gli scontrini prima che arrivasse la finanza eh?), ma per l’accanimento “fiscale” contro una zona turistica come Cortina. Ad esempio Daniela Santanchè dichiara:

«Sono assolutamente contraria a questi metodi da polizia fiscale e trovo sbagliato colpire la ricchezza. Ci lamentiamo tanto che il Paese non cresce, poi chi è ricco in questo periodo viene guardato con sospetto, come colui che certamente evade il fisco». La condanna è netta: «Non trovo giusto colpire Cortina che è un simbolo del nostro turismo per fare controlli fiscali»

E Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera, è sulla stessa linea d’onda:

«Coloro che sovrintendono alla lotta all’evasione fiscale e quindi fra essi, in primo luogo, il direttore dell’agenzia delle entrate Attilio Befera devono anche avere la consapevolezza che operazioni come quella di Cortina, con controlli a tappeto sull’intera area perché presumibilmente popolata in queste vacanze da ricchi, sono del tutto inaccettabili e chiaramente ispirate a una concezione ideologica del controllo fiscale»

Insomma per la Santanchè e Cicchitto i controlli fiscali vanno bene, pur che siano fatti a “poracci” che arrivano a stento a fine mese (e che possibilmente vivano in zone di periferia e abbandonate dalle istituzioni)!

 

 

Vedi anche:

- A Cortina rubano d’Ampezzo!





 

4 commenti:

>