> L’Italia si ribella … e la polizia manganella! >

mercoledì 25 gennaio 2012

L’Italia si ribella … e la polizia manganella!



Si è infiammata nel pomeriggio la protesta dei pescatori a Montecitorio contro il caro gasolio. Urla, petardi, bombe carta e scontri con le forze dell'ordine. Cinque persone sono rimaste ferite tra i manifestanti che fin dalla mattina, in un centinaio, erano in presidio davanti all'ingresso principale della Camera. Le cariche della polizia hanno cercato di impedire l'aumento delle proteste. Dopo i primi tafferugli le forze dell'ordine in assetto antisommossa hanno cercato di tenere a distanza i manifestanti dietro transenne e anche se dopo una prima carica della polizia i pescatori hanno alzato le mani in segno di resa, poi ci sono stati altri scontri. (Corriere)

Io questa la inizierei a chiamare “disperazione” … quella a cui ci sta portando, giorno dopo giorno, la nostra classe dirigente! Prima i trasportatori e gli agricoltori, adesso i pescatori … i prossimi chi saranno?

E vedere la polizia che manganella dei lavorati (perchè non mi venite a dire che questi sono mafiosi infiltrati eh) è veramente triste (oltre che mi fa incazzare da matti) …

 

Scontri con la polizia durante la protesta dei pescatori davanti a Montecitorio contro il caro gasolio e la burocrazia dell'Unione europea (Ansa/Percossi)

Uno dei feriti (Ansa/Percossi)

(Fotogramma/Cesareo)





 

Nessun commento:

>