> Sacrifici per tutti .. ma il Vaticano risparmia 2 mld dall’esenzione dell’Ici, 4 mld dall’ Irpef e l’Iva! >

lunedì 5 dicembre 2011

Sacrifici per tutti .. ma il Vaticano risparmia 2 mld dall’esenzione dell’Ici, 4 mld dall’ Irpef e l’Iva!



Insisto su questo tasto perchè in un momento del genere dove la situazione è veramente drammatica e gli Italiani vengono “massacrati” di tasse dall’ultima manovra finanziaria “lacrime e tasse , c’è ancora chi usufruisce di agevolazioni fiscali che non esistono in nessun altro paese al mondo!

Naturalmente parlo del Vaticano e dell’esenzione totale dell’ Ici di cui gode (da una stima fatta dai Radicali, in Italia ci sarebbero circa 30 mila stabili di proprietà della Chiesa adibiti ad attività imprenditoriali e commerciali diverse) … come naturalmente il discorso vale anche per gli altri enti, i sindacati (vedi CGIL) ect ect che per quanto mi riguarda dovrebbero pagare come tutti, ma con l’aggiunta che il Vaticano continua a prendere dallo stato Italiano anche l’ 8 per mille (e mi sta bene lo prenderà anche la Chiesa Valdese ed altri ancora, ma quanto prendono in meno?) che gli frutta circa 1 miliardo di euro l’anno (cifra inavvicinabile per la Chiesa Valdese o chi altro volete), a godere anche dell’esenzione del 50% dell’IRES concessa agli enti ecclesiastici che operano nella sanità e nell’istruzione e anche dell’esenzione totale dell’ Irpef e dell’ Iva (ed altre agevolazioni minori) che portano un risparmio ulteriore di circa 4 miliardi di euro l’anno

Ricordo inoltre, magari a qualcuno è sfuggita la notizia, che l’Ue ha aperto recente un inchiesta per accertare (cosa dovranno accertare poi, più lampante di così) se le esenzioni che l’Italia concede al Vaticano possano essere effettivamente considerate dei veri e propri aiuti di Stato e che quindi andrebbero contro le norme sulla concorrenza

Qui va a finire che l’Italia verrà anche multata (di chissà quanti miliardi di euro) … e se mai succerà, voi credete che lo stato Italiano chiederà indietro i soldi al Vaticano?

 

 

Tutti i dati qui.





 

3 commenti:

>