> Ustica: Ministeri colpevoli di "omissioni, negligenze e depistaggi". Ci hanno negato la verità per 30 anni! >

lunedì 12 settembre 2011

Ustica: Ministeri colpevoli di "omissioni, negligenze e depistaggi". Ci hanno negato la verità per 30 anni!



Lo scrive un tribunale, la terza sezione civile di Palermo: i ministeri della difesa e dei trasportisi macchiarono di “omissioni e negligenze” e, dopo la sciagura, operarono in modo tale per cui ai familiari delle vittime fosse negato il diritto alla verità. Per questo i dicasteri dovranno rifondere un risarcimento record – 100 milioni di euro, più interessi e oneri accessori – ai parenti delle persone che morirono nella strage di Ustica, avvenuta il 27 giugno 1980. Risarcimento che costituisce un caso più unico che raro nella giurisprudenza italiana. (Fatto Quotidiano)

Come già aveva rivelato Wikileaks del criminale (come viene definito da molti governi) Julian Assange (qui il post “Wikileaks, Giovanardi voleva coprire tutto: gli Americani erano coinvolti nella strage di Ustica!”), i ministeri della difesa e dei trasporti avevano occultato, coperto, nascosto la verità ai familiari delle vittime per oltre 30 anni ed oggi sono stati condannati a risarcirli con la somma record di 100 milioni di euro (più interessi e oneri) per il danno subito.

Un po’ come successe per il G8 di Genova, dove per anni e anni si è cercato di nascondere tutto, insabbiare, far dimenticare .. ma dopo anni l’interno corpo di Polizia di Genova fu condannatocondannato il prefetto De Gennaro (che “depistò le indagini”) e l’allora capo della Digos Mortola (che prinma della sentenza era stato addirittura promosso a questore dopo i fatti) … nelle motivazioni si parlo di “tortura” da parte delle forze dell’ordine nei confronti dei manifestanti … “causarono alle parti offese dolore fisico, dolore psicologico, lasciarono tracce visibili sui loro corpi, sui volti, sulle braccia, sulle gambe, e indussero moltissimi di loro a urlare il loro dolore”,  e ancora possiamo leggere nelle varie motivazioni “furono ore di delirio, sopraffazioni, umiliazioni e libero sfogo alle peggiori inclinazioni di alcuni poliziotti e agenti penitenziari (..) lo shock di questa esperienza fu tale che a molte donne iniziò il ciclo (mestruale, Ndr) prima del ritmo naturale”.

Questo è il governo Italiano … questa è la gente che ci governa e che poi chiede noi di fare sacrifici nei momenti di difficoltà!





 

Nessun commento:

>