> Quel che semini raccogli! >

mercoledì 21 settembre 2011

Quel che semini raccogli!



Guerriglia urbana a colpi di pietre tra isolani e maghrebini, e cariche della polizia contro gli immigrati che tentavano di impossessarsi di alcune bombole di gas minacciando di farle saltare in aria. La tensione sfociata ieri pomeriggio nell'incendio che ha semidistrutto il centro di accoglienza non accenna a diminuire e questa mattina decine di abitanti dell'isola, faccia a faccia con i tunisini autori dell'incendio che ha devastato il centro, hanno sfogato la loro rabbia tirando pietre contro gli extracomunitari che, dopo aver passato la notte all'aperto, parte nello stadio e parte sul molo Favarolo, girano liberi per l'isola. Un giornalista e un cameramen di Sky sono stati di nuovo aggrediti, stavolta da gente di Lampedusa che accusa i mezzi di informazione di "essere la causa del caos di questi giorni" e di "diffondere un'immagine distorta" dell'isola. Dal canto loro, circa 300 tunisini hanno manifestato per le strade di Lampedusa al grido di "Libertà, libertà". (Repubblica)

Ma cosa ti potevi aspettare da persone trattate come animali? ammassate per settimane sulle spiagge e trattate come deportati, come criminali? Gente buttata viva in mare ect ect … quel che semini raccogli! Ancora non l’hanno capito? E ancora una volta a pagare i danni delle istituzioni sono i cittadini che adesso fanno la “guerra” agli immigrati … una guerra tra “poveri!

E pure immigrati sono stati anche gli Italiani … forse molti l’hanno dimenticato … tra il 1861 al 1960 oltre 11 milioni di Italiani emigrarono all’estero (undici milioni di persone, non qualche migliaia) … gli Italiani hanno la memoria corta!

Ma adesso tranquilli, ci pensano loro … “in 48 ore li cacciano tutti!”





 

2 commenti:

>