> Potrebbero esserci "leggere ripercussioni sull'afflusso al ristorante" ... >

giovedì 1 settembre 2011

Potrebbero esserci "leggere ripercussioni sull'afflusso al ristorante" ...






[i prezzi del menù del Senato, fino a pochi giorni fa]
Per un antipasto, che fino a oggi costava da 1,5 a 3 euro, chi siederà ai tavoli del ristorante dovrà sborsare dai 5 ai 10 euro. Stesso discorso anche per i primi: si andrà dai 6 euro circa per un piatto base fino a 21 euro per una pasta asciutta di fascia alta. Ritocchi anche per i secondi piatti: il listino salirà, a fronte di un costo massimo attuale di 5,50 euro circa a portata, a una forchetta compresa tra 10 e 24 euro per piatto. Rialzo "record" perfino per i contorni, che passerano dai 1,3 euro attuali fino a 5 e 6 euro. Insomma, rincari anche del 1000% in vista dalla prossima settimana per i frequentatori di un ristorante che, sempre secondo i dati forniti da Cicolani, ha servito lo scorso anno circa 20.000 pasti in tutto. (TMnews)
E' questa la decisione presa dal collegio dei questori del Senato che ha aumentato i prezzi del ristorante di palazzo Madama allineandoli a quelli di mercato (o almeno così dicono).

Angelo Maria Cicolani (Pdl) già avvisa che, se prima c'era chi si lamentava del pesce che non era fresco, adesso potrebbero esserci "leggere ripercussioni sull'afflusso al ristorante" .

E porelli, volete che questi spendano addirittura 10 euro per un pranzo al ristorante del Senato? con la miseria che prendono di stipendio ogni mese ...






Vedi anche:

- Non c'è nemmeno il pesce fresco.




 

1 commento:

>