> La camorra a Napoli … >

lunedì 26 settembre 2011

La camorra a Napoli …



Volete fare un applauso ai padrini?” e partono gli applausi della folla … il padrino in questione si chiama Antonio Cuccaro e arriva dentro una Rolls Royce bianca (presente c’è anche Arcangelo Abete, altro boss, che come vedrete - qui - bacerà in bocca Cuccaro) … una vera bolgia, urla, palloncini, coriandoli, baci e abbracci … questo è il quartiere Barra di Napoli, come l’anno scorso, e come tutti gli anni si festeggia l’ antica “Festa dei Gigli”, e tranquillamente, alla luce del sole, la camorra mostra tutto il suo “potere” … ci sono anche momenti più “seri” come quando viene chiesto «un minuto di silenzio per i morti nostri» … con tanto di benedizione di un parroco …

A un anno di distanza (avevo riportato il fatto anche un anno fa – dal post “E fortuna che la camorra è un invenzione di Saviano“) e con un sindaco diverso (Luigi De magistris), nulla è cambiato … Napoli è sempre la stessa!

 

Qui potete vedere anche il video della “festa” (a cura di Claudio Pappaianni e Andrea Postiglione – L’Espresso).

 

Aggiornamento:

Il sindaco Luigi De magistris ha detto la sua sull’accaduto, rispondendo a Gilioli di Piovono Rane che aveva fortemente criticato l’operato della giunta comunale:

«Quanto accaduto in occasione della Festa dei Gigli, organizzata nella sesta municipalità del Comune, è un episodio vergognoso che questa amministrazione non può che stigmatizzare.

Come non possiamo che stigmatizzare quanti, rivestendo ruoli istituzionali laici o religiosi, prendono parte a simili occasioni, di fatto avallando il tentativo del crimine organizzato di controllare il tessuto sociale anche per mezzo di comportamenti “simbolici” assolutamente inaccettabili.

Questa amministrazione ha fatto della lotta alla camorra e della battaglia per la legalità la stella polare del suo governo e del suo operato e non intende indietreggiare da questo impegno …

(Continua a leggere…)





 

6 commenti:

>