> Bossi “Somaro chi espone il tricolore” >

lunedì 26 settembre 2011

Bossi “Somaro chi espone il tricolore”



Umberto Bossi

Quelli che mettono «fuori i tricolori sono somari: quelli mangiano e bevono». Il leader della Lega Nord Umberto Bossi ha usato questa espressione intervenendo a una festa della Lega Nord nel Varesotto. Bossi, riferendosi alla crisi economica, ha affermato che «la verità è che costa troppo il Sud, mentre il povero Nord lavora e basta». E se con la manovra «finalmente inizierà a scendere il colossale debito pubblico», secondo il ministro delle Riforme «si può dire che la casa è salva, ma per noi lo sarà davvero quando saremo fuori dalle balle, perchè siamo la vacca da mungere».

«Lo dico ai giornalisti: prima o dopo piglierete una mano di botte, non ci distruggerete con i vostri insulti».

Sulla polemiche che hanno colpito la moglie:

Lei «non si fa pagare» e «ha fatto tanto» per il Carroccio, ha spiegato il marito ministro delle Riforme. «C'è chi pensa solo a fare i soldi e chi invece ci crede a degli ideali - ha aggiunto -: e se non c'era mia moglie la mia famiglia sarebbe scomparsa, perchè io non sono mai a casa». Bossi ha quindi inframmezzato il suo intervento con insulti ai giornalisti, definiti «stronzi», «lacchè», «gentaglia», «obbedienti agli ordini peggiori pur di andare contro la Lega». (Messaggero)

Cari miei, con tutto il rispetto per una persona anziana e malata, Umberto Bossi  è impresentabile!

Sarebbe ora che ceda il passo (a gente competente, non al figlio), e ci risparmi oltre gli insulti e i gestacci che ormai diffonde quotidianamente (“somaro” detto da Bossi è un complimento!), anche i suoi falsi moralismi, come quelli sulla moglie Manuela Marrone che oltre ad percepire una baby pensione (dal 1996) di circa 1000 al mese, si intasca anche soldi pubblici per la scuola privata (800 mila euro nel 2010) che dirige.

Purtroppo Umberto Bossi non è più quello di un tempo, e i leghisti veri lo sanno … il vero Umberto era quello che lottava contro la mafia e la casta (leggete cosa diceva di Berlusconi nel 1998), di certo non quello che oggi salva dall’arresto persone indagate per mafia!





 

Nessun commento:

>