> Berlusconi mente ancora su Lavitola! Ecco il verbale “non tornare, vi scagiono tutti” >

mercoledì 14 settembre 2011

Berlusconi mente ancora su Lavitola! Ecco il verbale “non tornare, vi scagiono tutti”



Lavitola e Berlusconi

Già la figuraccia dei giorni scorsi … Berlusconi aveva mentito sul fatto che l’incontro con José Manuel Barroso era stato richiesto dal presidente della Commissione europea, come poi ha confermato lo stesso portavoce Europeoè stato il governo Italiano a chiedere l’incontro con Barroso per martedì (giorno in cui casualmente Berlusconi si sarebbe dovuto presentare per l’interrogatorio sulla vicenda Tarantini-Lavitola)”.

Ma ci risiamo, infatti nelle settimane passate era uscito uno stralcio di un’intercettazione tra Lavitola e Berrlusconi in cui il nostro Premier invitava l’ex direttore de l’Avanti a non tornare in Italia (probabilmente già informato sulla richiesta di arresto che avrebbe raggiunto Lavitola) … naturalmente lo stesso Berlusconi come la stampa di destra ha cercato di negare il fatto accusando i soliti “giudici comunisti” e la stampa di sinistra. Beh, oggi quella intercettazione è stata pubblicata integralmente da tutta la stampa nazionale, perchè esiste veramente, e sta negli atti dell’inchiesta!

Non so se tutti riescono a capire la gravità del fatto … Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio Italiano, ha esortato una persona ricercata e a cui è stato inviato un mandato di arresto, a non tornare in Italia … come dalla stessa intercettazione, è chiaro l’intento di Berlusconi di aiutare Tarantini (già in carcere da settimane) …

Ecco di seguito l’intercettazione completa presente nelle nuove carte processuali depositate al tribunale del Riesame di Napoli (riporto dal Corriere della Sera):

LAVITOLA: «Dottore senta, io sto in Bulgaria, sto a Sofia con un telefono di qua, se intercettano pure questo è...che cazzo ne so...».

BERLUSCONI: «Hai visto che avevo ragione io? Dimmi».

LAVITOLA: «Eh, sì, purtroppo sì, non lo so...io ho visto pure la sua dichiarazione, che lei ha aiutato questo ragazzo e così come... »

BERLUSCONI: «Non non non facevo riferimento, tuttavia le cose che ho successivamente letto...che non esistono quindi sono... (...) sono tutte cose che non esistono e su cui io scagionerò naturalmente tutti».

LAVITOLA: «È per questo voglio dì, quello tutto na'...cioè voglio dì..questo è parto di pura fantasia, perché oltretutto...»

BERLUSCONI: «Sì, io non so quali sono le vostre affermazioni tra di voi che non conosco... »

LAVITOLA: «Ma non credo che ci sia nessun tipo di affermazione».

BERLUSCONI: «Ecco, comunque, insomma io non non...quando posso aiuto, quando non posso non aiuto e quando aiuto sono contento di poter aiutare...tutto qui».

LAVITOLA: «Senza... senza ombra di dubbio...senta dottore. e...e...vabbè io mo sono fuori...a sto punto... »

BERLUSCONI «...è..e resta lì...e vediamo un po'..uhm... »

LAVITOLA: «Dopodiché proviamo a trovare il modo per contattarci...»

BERLUSCONI: «Va bene»

LAVITOLA: «Cerchiamo di non abbandona' a questo qua...»

BERLUSCONI: «Certamente...certamente...d'accordo eh? »

LAVITOLA: «Un bacione, dottore»

BERLUSCONI: «Bene, buone vacanze »

LAVITOLA: «Pure a lei grazie »

BERLUSCONI: «Ciao».





 

Nessun commento:

>