> Quando si dice “rubare soldi agli Italiani” >

martedì 23 agosto 2011

Quando si dice “rubare soldi agli Italiani”



image
Lamberto Dini, l'uomo dell'austerity previdenziale, ha due pensioni dal 1994: una Inps da quasi 7 mila euro al mese, un'altra della Banca d'Italia da oltre 18 mila. Entrambe per 13 mensilità. In sostanza, 27 mila euro ogni 30 giorni. Il tutto da aggiungere all'indennità da senatore.
Dini, che negli stessi giorni in cui tuonava contro i privilegi delle generazioni più anziane si assicurava due introiti a vita, nel 2008 ha ricevuto dalle casse pubbliche ben 521.682 euro. Cioè quasi 40 mila netti al mese.
(Lettera43)
Insomma circa 520000 l’anno per il “povero” Dini!

O prendete ad esempio l’ex Premier Giuliano Amato, che arriva a fine mese ad intascare la bellezza di 31411 euro mensili. Infatti dal 1998 percepisce 22.048 euro (lordi) al mese di pensione Inpdap (come docente universitario), a cui vanno aggiunti i suoi 9.363 euro come parlamentare (senza dimenticare che continua ad essere presidente della Treccani, presidente del Comitato dei garanti per il 150esimo dell'Unità d'Italia e senior advisor di Deutsche Bank).

E questi sono solo due dei tantissimi esempi di come vengono buttati i nostri soldi … quanti sono i politici che paghiamo a caro prezzo (soldi pubblici) quando poi ci sono famiglie di 3-4 persone costrette a vivere con neanche mille euro al mese ?

Questo è rubare soldi agli Italiani!




 

5 commenti:

>