> “I trans sono uomini con finte tette di silicone che fanno solo tristezza” >

giovedì 18 agosto 2011

“I trans sono uomini con finte tette di silicone che fanno solo tristezza”


Dalla pagina Facebook di Mario Adinolfi

E comunque, precisiamolo: i trans non sono donne all'ennesima potenza, sono moderni ircocervi, uomini con finte tette di silicone che fanno solo tristezza...preda di un mondo fatto di degrado e squallore, compravendita del corpo, spesso di alcool e droga...viva le mogli, le madri che si fanno il culo quadro, le donne con le palle perché non sono "riposanti" ma compagne dialettiche di un'esistenza, quelle che ci accudiscono per davvero e non a botte di mille euro a prestazione.

Questo è quel genio di Mario Adinolfi, commentando (sulla sua pagina Facebook) l’intervista di Concita De Gregorio a Piero Marrazzo apparsa su Repubblica … e lasciando da parte tutte le ambiguità dell’intervista, vorrei  solo ricordare a  Adinolfi che non tutti i trans si prostituiscono o drogano … spesso purtroppo succede, questo è innegabile, come è innegabile che lo stesso avviene nella prostituzione femminile o maschile! Quanti uomini e donne si prostituiscono e drogano? O peggio, vengono costretti a prostituirsi e drogarsi?

Poi non ci stupiamo dell’ondata omofoba e razzista che ormai da anni e anni ha colpito il Belpaese e se, come spesso capita, qualcuno massacra di botte qualche trans o coppia gay  … e meno male poi che Adinolfi è del Partito Democratico!

Lo vedrei meglio nella Lega Nord o La Destra!




3 commenti:

  1. " Quelle che ci accudiscono davvero" bella immagine della donna fatta da uno che milita in un partito di sinistra . Adinolfi è uno degli esempi della destra nella sinistra. Ci mancava che dicesse che la donna è l'angelo del focolare ed il quadro era completo. Che Adinolfi impari ad accudirsi da solo, sarebbe ora, visto che è grandicello

    RispondiElimina
  2. L'estremismo ideologico portato avanti da questi signori ricorda non troppo vagamente l'antisemitismo ai propri esordi. Vorrei tanto che si trovassero dall'altra parte della 'barricata' ad essere tacciati da 'diversi' per capire cosa significhi.

    RispondiElimina

>