> I 9 milioni di euro arrivati dal conto di Berlusconi? Basta con queste rotture di c… è solo un prestito! >

martedì 16 agosto 2011

I 9 milioni di euro arrivati dal conto di Berlusconi? Basta con queste rotture di c… è solo un prestito!



image

La situazione bancaria di Dell’Utri era già stata affrontati in un’informativa del 2010 nella quale si sottolineava l’andamento anomalo dei conti del senatore al Credito Cooperativo Fiorentino di Denis Verdini. In particolare l’Uif e la Finanza segnalavano: “un bonifico di euro 1,5 milioni ricevuto dal conto di da Silvio Berlusconi al Monte dei Paschi di Siena, in data 22 maggio 2008”. I soldi partivano dall’agenzia di Segrate usata dal Cavaliere per pagare le ragazze dell’inchiesta Ruby. Anche la causale “prestito infruttifero” è la stessa adottata per le “Olgettine”.

Il 7 maggio 2011 arriva la seconda segnalazione dell’Uif e il Nucleo Valutario si mette all’opera. Il 21 giugno del 2011 arriva sul tavolo di Capaldo un’informativa bomba relativa al conto di Marcello Dell’Utri nella sede di una banca di Milano, acceso il 14 dicembre del 2009. “In data 25 febbraio 2011 e 11 marzo del 2011, ha introitato due bonifici rispettivamente di 1 milione e di 7 milioni di euro disposti da Silvio Berlusconi tramite Banca Intesa Private Banking sede di Milano aventi come causale ‘prestito infruttifero’”. (Fatto Quotidiano)

Ma quando quelli del Corriere provano a chiedere perchè Silvio Berlusconi avrebbe versato diversi bonifici per la “modica” cifra di 9 milioni di euro con causale “prestito infruttifero” (stile quelli che faceva alla ragazze del Rubygate) a favore del Senatore Pdl condannato in primo e secondo grado a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, lui risponde:

«Capisco che sui miei affari personali e privati, anche quando si parla di ristrutturare, comprare o vendere una casa, chi mesta nel torbido ci voglia sempre mettere lo zampino. Capisco certi giornali, ma che c'entra il Corriere con questa rottura di c…?».





 

Nessun commento:

>