> Secondo i magistrati fu Graviano ad uccidere Borsellino! >

giovedì 14 luglio 2011

Secondo i magistrati fu Graviano ad uccidere Borsellino!



Giusepe Graviano

Il boia di Paolo Borsellino e dei suoi agenti di scorta si chiama Giuseppe Graviano, il boss di Brancaccio che secondo il collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza dopo l'attentato di via d'Amelio avrebbe trattato direttamente con Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri.

Il pool di magistrati di Caltanissetta, guidato da Sergio Lari, dopo tre anni di indagini ha chiuso l'inchiesta individuando l'uomo che ha premuto il telecomando dell'autobomba carica di tritolo. E oggi offre una nuova verità giudiziaria che porterà il prossimo mese alla revisione delle sentenze definitive: verranno riaperti quei processi basati sulle dichiarazioni di falsi pentiti, come Vincenzo Scarantino, che hanno fatto finire all'ergastolo anche cinque persone estranee ai fatti. (L’espresso)

Adesso capite perchè a suo tempo tutto il Pdl difendeva a spada tratta un assassino come Graviano, e invece dava per scontato che Spatuzza (altro assassino) non era attendibile?

Ah, un ultima cosa, leggete questo trafiletto (le parole del pentito palermitano Stefano Lo Verso):

"Solo cinque persone conoscono la vera storia delle stragi", gli avrebbe confidato il vecchio padrino. "Due sono morte. Gli altri tre siamo io, Riina e Giulio Andreotti". E nelle migliaia di atti dell'indagine ci sono anche le testimonianze delle figure istituzionali chiave di quel periodo.

 

 

Vedi anche:

- Inchiesta sulle bombe del ’93, Berlusconi e Dell’Utri indagati per strage

- Dell'Utri condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa

- Antimafia dei fatti? depositata motivazioni sentenza processo Dell'Utri: "fu mediatore tra mafia e Berlusconi"

Quando Angelino Alfano baciava il boss mafioso Croce Napoli





 

Nessun commento:

>