> Manovra finanziaria ‘stangata’: ecco i punti principali >

giovedì 14 luglio 2011

Manovra finanziaria ‘stangata’: ecco i punti principali



Foto repertorio, Berlusconi annunciava la riduzione delle tasse
Ancora ritocchi, ancora tagli, soprattutto alla famiglia … la casta come sempre si salva il culo e affossa il popolo (dov’è finita la riduzione dei parlamentari? dei vitalizi? delle pensioni d’oro? delle auto blu? delle province? dei finanziamenti ai partiti? ect ect)… ma ecco i punti principali della nuova manovra finanziaria (arrivata a 79 miliardi di euro) che dovrebbe esser approvata in giornata (mi limito a riportare da Ansa.it):
TICKET DA SUBITO: Ticket di 10 euro sulle ricette mediche e di 25 euro per gli interventi del pronto soccorso in codice bianco arriveranno dall'entrata in vigore della manovra, quindi già da lunedì.
SCATTA TAGLIO AGEVOLAZIONI: E' il ''rinforzo'' della manovra: sarà tra il 5 e 20 per cento. Attesi 4 miliardi per il 2013 e 20 miliardi di euro annui a decorrere dal 2014. Il taglio non sarà attuato solo se entro settembre 2013 il Governo eserciterà la delega per la riforma fiscale.
INDICIZZAZIONE PENSIONI: Sale dal 45 al 70% l'indice di indicizzazione delle pensioni medie, ammontanti a circa il triplo degli assegni minimi. Confermato la piena indicizzazione per quelle inferiori a quella soglia e l'azzeramento per quelle superiori a cinque volte il minimo.
PENSIONI, AGGANCIO AL 2013: Si anticipa al primo gennaio 2013 l'aggancio delle pensioni all'aspettativa di vita. Dal 2013 dunque l'incremento sara' di 3 mesi.
PENSIONI ANZIANITA': I lavoratori che matureranno i requisiti per la pensione di anzianità nel 2012 dovranno posticipare di un mese il loro collocamento a riposo.
PRELIEVO 5-10% SU PENSIONI D'ORO: Contributo di solidarietà fino al 2014 per le cosiddette pensioni d'oro, cioè superiori ai 90 mila euro annui. Il contributo ammonta al 5% per la parte eccedente i 90.000 euro, e del 10% per la parte eccedente i 150.000 euro.
DA 2013 PRIVATIZZIAMO: Scatta dal 2013 il programma per la dismissione di partecipazioni azionarie dello Stato e di enti pubblici non territoriali. Il governo inoltre formulerà alle categorie interessate proposte di riforma in materia di liberalizzazioni delle attività economiche. Ma se così non fosse, trascorsi 8 mesi dalla data di entrata in vigore della manovra, ''ciò che non sarà espressamente regolamentato sarà libero''
CAMBIA IMPOSTA DOSSIER TITOLI: Cambia l'imposta di bollo sul dossier titoli: sarà di 34,20 euro per i depositi sotto i 50.000. Poi viene dettagliata in modo diverso negli anni successivi.
COMUNI VIRTUOSI, SI CAMBIA: Cambiano i criteri di virtuosità dei comuni per l'applicazione del patto di stabilità interno. Ci sarà la ''convergenza tra spesa storica e costi e fabbisogni standard''. I Comuni dovranno associarsi.
STOCK OPTION: L'aliquota del 10% si applicherà a tutta la parte eccedente la parte fissa della retribuzione.
AMMORTAMENTO A 2%: La quota di ammortamento finanziario deducibile non può essere superiore al 2% del valore dei beni in concessione. Questo norme non si applicano ai concessionari di autostrade e trafori, per quest'ultimi l'intervento cambia e la percentuale di deducibilità delle quote del fondo di ripristino scende dal 5 all'1%.
ACCISE BENZINA: Gli aumenti delle aliquote delle accise disposte il 28 giugno 2011 ''restano confermate a decorrere dal primo gennaio 2012''.




 

Nessun commento:

>