> La Russa ritarda alla cerimonia, salma del parà ucciso atterra con mezz'ora di ritardo! >

venerdì 15 luglio 2011

La Russa ritarda alla cerimonia, salma del parà ucciso atterra con mezz'ora di ritardo!




Problemi per il ministro Ignazio La Russa (da L'Espresso):
Nel cielo sopra Roma, un C130 dell'aeronautica militare ha continuato a volteggiare a lungo, facendo larghi cerchi tra le nuvole. Nel velivolo c'era la salma del caporal maggiore scelto Roberto Marchini, ucciso martedì scorso dall'esplosione di un ordigno in Afghanistan.

Ad aspettarlo, a Ciampino, c'era il picchetto d'onore dell'ottavo reggimento guastatori di Legnago (Verona), di cui il parà faceva parte, insieme al picchetto d'onore interforze, che rappresenta tutti i corpi armati impegnati nelle missioni all'estero. Tutto pronto, anche l' arcivescovo Vincenzo Pelvi, ordinario militare, e naturalmente la famiglia e gli amici del caduto: il papà e la mamma, sorretta da un a psicologa dell'esercito, la sorella, altri commilitoni.
Ma qual'è il motivo perchè il C130 non atterrava?
Mancava il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. Nessuno sapeva dove si trovasse e per quale motivo non si fosse presentato alla cerimonia. Sta di fatto che il ministro non c'era. 
Le altre autorità presenti - il generale Biagio Abrate e il capo di Stato maggiore dell'Esercito, generale Giuseppe Valotto. il presidente della Corte costituzionale Alfonso Quaranta e il vicepresidente del Senato Vannino Chiti, guardavano l'orologio, si scambiavano frasi sotto voce, chiedevano notizie: niente. 
Solo dopo mezz'ora di volteggi del C130, finalmente il ministro è arrivato, l'aereo è atterrato e la cerimonia è potuta iniziare.





 

Nessun commento:

>