> La Lega vuole il crocifisso obbligatorio a Montecitorio >

mercoledì 13 luglio 2011

La Lega vuole il crocifisso obbligatorio a Montecitorio



crocifisso

"Con sentenza definitiva del 18 marzo 2011 -spiega Fugatti- la Corte europea dei diritti dell'uomo, riguardo all'esposizione del crocifisso negli edifici pubblici, ha accolto il ricorso dell'Italia stabilendo con estrema chiarezza che l'esposizione del crocifisso non costituisce alcuna violazione alla libertà religiosa, ma è il riflesso della cultura cattolica, maggioritaria nel Paese". E il Consiglio di Stato, aggiunge Fugatti, ha rilevato che la Costituzione repubblicana, "pur assicurando pari libertà a tutte le confessioni religiose, non prescrive alcun divieto all'esposizione nei pubblici uffici di un simbolo che, come quello del Crocifisso, per i principi che evoca" e che "fa parte del patrimonio storico".

"Sarebbe quindi un errore imperdonabile per il nostro Paese ignorare da dove deriva la sua stessa democrazia. E' infatti innegabile -conclude Fugatti- che sia proprio la tradizione cristiana ad aver consegnato alla storia il moderno concetto di persona, cioè dell'individuo che in quanto tale, prima ancora di essere cittadino, è portatore di dignità e di diritti" (Repubblica)

Non capisco se è un modo per leccare il culo al Vaticano per le continue idiozie che sparano i loro deputati, o se Maurizio Fugatti e Giovanna Negro (deputati della Lega Nord) che hanno chiesto, in una lettera inviata al presidente della Camera Gianfranco Fini, di poter esporre alla Camera il crocifisso, non hanno proprio un cazzo da fare invece che pensare ai problemi veri del paese?





 

2 commenti:

>