> USA: il 12enne Christian Fernandez rischia l'ergastolo per aver ucciso il fratellino di 2 anni. Sarà processato come un adulto. >

domenica 12 giugno 2011

USA: il 12enne Christian Fernandez rischia l'ergastolo per aver ucciso il fratellino di 2 anni. Sarà processato come un adulto.



image

Prosegue negli Stati Uniti il dibattito sulla vicenda del 12enne Christian Fernandez: nel marzo di quest’anno, mentre la madre si era assentata, ha ucciso il fratellino di 2 anni, percuotendolo e facendogli sbattere la testa. Solo due mesi prima gli aveva rotto una gamba.
Christian, nonostante abbia solo 12 anni, verrà processato come un adulto. Vista l’accusa di omicidio di primo grado, rischia di essere condannato all’ergastolo, senza possibilità di poter avanzare richiesta per la libertà vigilata.
La decisione è stata presa nei giorni scorsi dal grand jury della contea di Duval, in Florida. L’alternativa era di processarlo come un minorenne, ma questo avrebbe significato un ritorno in libertà tra 9 anni. Troppo poco secondo l’accusa: a 21 anni, sostengono, sarebbe ancora in grado di uccidere.
Angela Corey, procuratore dello stato, ha così commentato la decisione:

E’ un triste evento, ma si tratta dell’unico strumento legale che abbiamo per proteggere i cittadini.

A settembre sarà processata anche la mamma, la 25enne Biannela Susana. Per lei l’accusa è di negligenza. Fu lei a lasciare Christian col fratellino nonostante il 12enne gli avesse rotto una gamba solo due mesi prima. E fu sempre lei, dopo esser tornata a casa, a ripulire le ferite del piccolo David ed attendere circa due ore prima di portarlo in ospedale, dove forse sarebbe stato salvato.
 



 
Via | Juvenile Justice Information Excange e Miami Herald

da Crimeblog




 

Nessun commento:

>