> Italia, condannati in appello i poliziotti accusati della morte di Federico Aldrovandi >

sabato 11 giugno 2011

Italia, condannati in appello i poliziotti accusati della morte di Federico Aldrovandi



Tre anni e sei mesi di reclusione, secondo la sentenza emessa dalla Corte d'Appello di Bologna
image
Tre anni e sei mesi di reclusione, questa la condanna inflitta dalla Corte d'Appello di Bologna ai quattro agenti di polizia accusati di aver ucciso Federico Aldrovandi. Il diciottenne ferrarese fu ammazzato all'alba del 25 settembre 2005, dopo essere stato fermato da una pattuglia mentre tornava da una serata a Bologna. La Corte d'Appello ha confermato così la sentenza di primo grado emessa nel luglio 2009.

Paolo Forlani, Monica Segatto, Enzo Pontani e Luca Pollastri sono accusati di aver picchiato a morte il giovane, deceduto in seguito a un colpo sferrato all'altezza del cuore. Secondo quanto sostenuto dalla difesa, invece, il ragazzo avrebbe aggredito i poliziotti, e sarebbe morto all'improvviso mentre questi cercavano di fermarlo.

Sin dall'inizio della vicenda, inoltre, gli agenti hanno cercato di depistare le indagini, e attenuare le proprie responsabilità. Gli avvocati della difesa hanno chiesto per loro l'assoluzione, facendo leva sul fatto che dalle perizie non è emerso con certezza cosa abbia determinato il collasso cardiaco. Una tesi respinta a suo tempo nel primo processo e, una seconda volta, dalla Corte d'Appello di Bologna.
 
 
 
da PeaceReporter




 

Nessun commento:

>