> Castelli insulta i romani "non vogliono pagare il pedaggio perchè sono arretrati culturalmente" >

giovedì 23 giugno 2011

Castelli insulta i romani "non vogliono pagare il pedaggio perchè sono arretrati culturalmente"




Ieri con due risoluzioni, una del Pd e una Pdl, sembrava esser scongiurata definitivamente la questione dei pedaggi sul GRA di Roma e sull' A3 (Salerno-R. Calabria) ... ma oggi il vicemnistro Roberto Castelli torna alla carica e annuncia l'intenzione del governo di presentare un nuovo decreto legislativo per imporre i pedaggi autostradali, e commenta così le polemiche:
«A mio avviso i romani non vogliono pagare perchè sono arretrati culturalmente, perchè pensano che lo Stato debba pensare a tutto», e conclude «I più tignosi in questa vicenda sono comunque quelli della sinistra»
Il signor Castelli forse non riesce proprio a capire che i cittadini sono STANCHI DI PAGARE per mantenere gente come lui, di mantenere politici incapaci, bravi solo ad arraffare, spremere i cittadini fino allo stremo ed insultarli!

Poi, da romano, se a dire che siamo "arretrati culturalmente" è Roberto Castelli (ma avete visto pochi giorni fa che scene a Pontida?), la prendo come un complimento!

Ah, ultima cosa, ma loro non erano quelli che non mettevano le mani in tasca ai cittadini? Magari, l'ultima volta (il 12 ottobre scorso), se proprio volevano portare soldi nelle casse dello Stato, potevano votare per la proposta dell'abolizione della Province, che invece la Lega Nord ha votato contro (a differenza di come promesso durante la campagna elettorale. Votarono contro anche Pdl e Pd, unici a votare a favore, l' Idv) .... al solito solo chiacchiere!!!!!!!!!!





 

Nessun commento:

>