> L’amore secondo Berlusconi >

giovedì 26 maggio 2011

L’amore secondo Berlusconi



Berlusocni insulta 

Piccola raccolta di “messaggi d’amore” che da oltre 15 anni Berlusconi va diffondendo … e ricordatevelo, “l’amore vince sempre sull’odio”!

"I leader della sinistra sono sempre pessimisti, anzi incazzati. Scusate, ma ogni tanto sfodero le lingue e vi faccio vedere che uso l'inglese. Quando loro vanno in bagno, e non e' che ci vadano spesso, visto che si lavano poco, e si guardano allo specchio per farsi la barba, si spaventano da soli" (Berlusconi, 10/5/2011).

“Questi Pm di Milano che hanno prodotto questi tentativi di eversione sono ancora lì a ripetere gli stessi tentativi di eversione. Questo è un cancro della nostra democrazia che dobbiamo estirpare” (Berlusconi, 7/5/2011).

“Non credo che ci sia una persona con la testa sulle spalle che possa votare per il signor De Magistris; uno che vota per il signor del De Magistris vada a casa, si guardi nello specchio e dica sono un uomo o una donna senza cervello” (Berlusconi, 2/05/2011).

"Una trasmissione disgustosa, una conduzione spregevole, turpe, ripugnante" e ancora "Avete offeso la signora Minetti che è una splendida persona, intelligente, preparata seria. Si è laureata con 110 e lode, di madre lingua inglese e si è pagata gli studi lavorando. Vale molto di più delle cosidette signore presenti" (Berlusconi chiama in diretta L’infedele di Gad Lerner e inizia ad insultare, 25/1/2011).

"I rifiuti sono stati rimossi","Lei deve smetterla di interrompere quando si tenta di dare una informazione corretta rispetto a un misfatto","È la solita prepotenza, lei crede che la Rai sia sua invece è pagata da tutti gli italiani. Siete dei mistificatori è la solita tecnica che non può funzionare con me che di tv, se permette, ne so più di lei" (Berlusconi chiama a Ballarò e insulta Giovanni Floris, 23/11/2010).

"Signora Bindi, devo dirle che  mi fa piacere parlare con lei. E' più bella che intelligente (Berlusconi a "Porta a Porta", 8/10/2009).

“Prima passavo i sabati ad andare a trovare i miei collaboratori malati in ospedale, ora li passo con i miei legali, a preparare le udienze per contrastare i pm che mi attaccano”,  “I giudici ideoligizzati sono una metastasi della democrazia” (Silvio Berlusconi parla all’assemblea della Confesercenti e improvvisamente apre il capitolo giustizia, 25/8/2008)

"Con Prodi a Palazzo Chigi è giusto dire: piove governo ladro" (Berlusconi, 10/4/2008).

"Di Pietro si è laureato grazie ai servizi segreti, perchè non è possibile che uno che parla così l'italiano abbia potuto superare gli esami"; "a Montenero di Bisaccia nessuno sapeva che si stava laureando, nemmeno i suoi genitori" (Berlusconi, 26-3-2008).

“Prima delle elezioni ho potuto incontrare due sole volte in tv il mio avversario, e con soli due minuti e mezzo per rispondere alle domande del giornalista e alle stronzate che diceva Prodi” (Berlusconi alla scuola di formazione politica di Forza Italia, 2 luglio 2007).

"Prodi è un gran bugiardo pericoloso per tutti noi" (Berlusconi, 21/10/2006).

"Ho troppa stima dell'intelligenza degli italiani per pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che possano votare facendo il proprio disinteresse" (discorso di Berlusconi davanti alla Confcommercio il 4/4/2006).

“Non credo che gli elettori siano così stupidi da affidarsi a gente come D’Alema e Fassino, a chi ha una complicità morale con chi ha fatto i più gravi crimini come il compagno Pol Pot” (Berlusconi, 14 dicembre 2005).

"Sono in politica perché il Bene prevalga sul Male. Se la sinistra andasse al governo l’esito sarebbe questo: miseria, terrore, morte. Così come avviene ovunque governi il comunismo. (Il premier durante il comizio di domenica a Milano, 17/1/2005).

“Mi hai rotto i coglioni. Ora a Mediaset nessuno ti attacca. Ma, se continui così, te ne accorgerai. Vedrai come ti tratteranno le mie tv” (Berlusconi si rivolge a Follini, 11-7-2004).

“Le nostre tre “I”: inglese, Internet, imprese. Quelle dell’Ulivo: insulto, insulto e insulto” (27/5/2004).

“Lei ha una bella faccia da stronza! ”(alla signora riminese Anna Galli, che lo contestava, 24/7/ 2003).

"Signor Schulz, so che in Italia c’è un produttore che sta montando un film sui campi di concentramento nazisti. La suggerirò per il ruolo di kapò" (inaugurando la presidenza italiana dell’Unione europea e rispondendo a una domanda del capogruppo socialdemocratico, il tedesco Martin Schulz, sul conflitto d’interessi, 2/7/ 2003).

"Prodi è la maschera dei comunisti" (Berlusconi, 22/5/2003).

“Ma vaffanculo!” (Berlusconi, accompagnando l’insulto con un gesto della mano, mentre il presidente emerito Scalfaro denuncia in Senato il «servilismo» della politica estera del suo governo nei confronti degli Usa sull’Iraq, 27/9/2002).

"Giuliano Amato, l'utile idiota che siede a Palazzo Chigi" (Berlusconi, 21/4/2000).

"Veltroni è un miserabile" (Berlusconi, 4/4/2000).

“Il centrosinistra? Mentecatti, miserabili alla canna del gas” (Berlusconi, 4/4/2000).

“Se i comunisti prendessero l’Italia, non ci sarebbe libertà. Non sono ancora democratici. Hanno un’attrazione fatale per i dittatori: Pol Pot, Milosevic, Castro, Saddam Hussein”, ergo “non bisogna consentirgli di andare al potere”. Anche perché “i Ds sono un esercito di mercenari, di opportunisti, di profittatori della cosa pubblica” (Berlusconi, 19-1-2000).

"La Bindi e Prodi sono come i ladri di Pisa: litigano di giorno per rubare di notte" (Berlusconi, 29/9/96).

Prodi è un “utile idiota” secondo la “tecnica di Stalin e di Lenin” (Berlusconi, 14-4-95).

"Veltroni è un coglione" (Berlusconi, 3/9/95).

Bossi è un “dissociato mentale, sfasciacarrozze” (Berlusconi, 25-2-95).

"Prodi? Un leader d'accatto (Berlusconi, 22/2/95).

Bossi è un “traditore, pataccaro della politica” (Berlusconi, 27-1-95).

Bossi è un “Giuda” (Berlusconi, 23-12-94).

Bossi è un “ladro di voti, ricettatore, truffatore, traditore, speculatore: doppia, tripla, quadrupla personalità” (Berlusconi, 21-12-94).

Bossi “è la Wanna Marchi della politica” (Berlusconi, 6-4-94).

 

 

Vignetta di Albonetwww.albonet.org

Raccolta da TafanusBerlusconisidimetta e altre fonti web.





 

Nessun commento:

>