> Se Maria non era “vergine” ma “giovane” >

giovedì 21 aprile 2011

Se Maria non era “vergine” ma “giovane”



http://www.giornalettismo.com/r/200x150c/2011/04/maria-683.png

Come riporta Giornalettismo, i vescovi americani sembrerebbero pronti a fornire una nuova traduzione della Bibbia … traduzione che comunque dovrà avere prima l’avallo del Vaticano per diventare effettiva anche per i cattolici:

Molto controversa la revisione di Isaia 7.14, che prediceva la nascita del Messia da una “giovane donna” piuttosto che da “una vergine”, una caratterizzazione che per alcuni critici potrebbe portare al dubbio sulla natura miracolosa di Gesù. La conferenza dei vescovi spiega di aver deciso che l’originale ebraico (“almah”) significa più correttamente “giovane” o “giovane donna” e fa notare che molte altre traduzioni moderne sono su questa linea, inclusa la Revisited Standard Version, opera monumentale degli anni ’50 che è alla base di molti usi protestanti attuali. Ma diversamente dalle bibbie protestanti, che possono essere già usate per le liturgie, l’ultima Bibbia americana non è ancora approvata per l’uso nella Messa Cattolica, visto che solo il Vaticano può consentire questa approvazione, un processo che può durare anni.

E non sò perchè, ma penso proprio che aspetteremo invano





 

Nessun commento:

>