> Quello che vuoi, basta che paghino >

venerdì 15 aprile 2011

Quello che vuoi, basta che paghino



inf

«Poi ho intuito che le motivazioni della presenza quotidiana di alcuni sono altre: è stato quando ho sentito parlare di “premio” e di “incentivazione”. Lunedì 4 aprile, giorno del processo Mediatrade, un uomo sulla sessantina, in giacca e cravatta, con i baffetti, si è avvicinato al gruppo che presidiava il semaforo antistante il gazebo e ha detto: “Lunedì prossimo vi spostate ai punti della campagna elettorale della Letizia Moratti”. E uno di loro ha risposto: “Quello che vuoi, basta che paghino”».

(Massimiliano Mesenasco, ‘Io, infiltrato nella claque di di B.‘)

 

 

da Piovono Rane di Alessandro Gilioli





 

Nessun commento:

>