> Continua la “sagra dell’omofobia”: il sindaco di Treviso «multerei i gay che si baciano nei luoghi pubblici» >

mercoledì 27 aprile 2011

Continua la “sagra dell’omofobia”: il sindaco di Treviso «multerei i gay che si baciano nei luoghi pubblici»



image

«Il problema non è quello dei manifesti dell'Ikea, non è fine a se stesso: il problema è quando c'è l'esasperazione e ci si mette nelle piazze e nei giardinetti: si tratta di decoro pubblico. Io multerei due uomini che si baciano in un parco della mia città. Certe cose si facciano in situazione private»

«È questione di avere un decoro quindi potrebbe essere anche tra maschio e femmina se è "avanzata la cosa", quindi certe cose si facciano in situazione private (...) C'è l' orgoglio gay lo fanno anche per provocazione»

Continua la “sagra dell’omofobia” che ha colpito il Belpaesequesta volta è il turno del sindaco di Treviso e segretario veneto della Lega Nord, Gian Paolo Gobbo, che alla Zanzara su Radio 24 torna sulle polemiche dello spot Ikea già criticato da Giovanardi (“offensivo, di cattivo gusto”).

 

Qui l’audio (Gian Paolo Gobbo intervistato dal minuto 54 in poi).





 

Nessun commento:

>