> Una situazione totalmente amichevole >

domenica 6 marzo 2011

Una situazione totalmente amichevole



http://1.bp.blogspot.com/_WTjzGWmaQVk/TEXDfGTt5tI/AAAAAAAADcs/8D5e-t0gedQ/s400/Carabinieri%2520auto(65).jpg

A Roma una donna arrestata per furto accusa tre carabinieri e un vigile urbano di averla prelevata dalla sua cella, di averla portata in sala mensa, di averla costretta ad ubriacarsi e infine di averla violentata.
Gli accusati non negano che vi siano stati rapporti sessuali, ma si giustificano uno dicendo che essi sono avvenuti "in una situazione totalmente amichevole", un altro precisando che la ragazza era "consenziente", un altro ancora sostenendo che l'atteggiamento della donna era "inequivocabile".
Io, naturalmente, non ho modo di sapere come siano andate effettivamente le cose: però, anche nel caso in cui la versione dei carabinieri corrispondesse alla realtà, qualcuno dovrebbe avere la bontà di spiegarmi come sia possibile considerare un rapporto sessuale tra una donna in cella e i suoi carcerieri realmente "inequivocabile", "amichevole" e "consenziente".
Grazie.

 

da Metilparanben





 

Nessun commento:

>