> Per levare la tassa voluta dal governo sul cinema, aumenta la benzina! >

mercoledì 23 marzo 2011

Per levare la tassa voluta dal governo sul cinema, aumenta la benzina!



Quanti di voi sono felici di pagare di più la benzina, per eliminare la tassa di 1 euro (voluta dal nostro governo) imposta sul prezzo del biglietto del cinema? Secondo Gianni Letta siamo in molti … secondo me, siamo davvero pochi ad essere così euforici per l’ultima porcata del governo.

http://stliq.com/c/ls/6/68/13306140_caro-benzina-aumenti-record-fino-611-euro-1.jpg«Piccolo sacrificio che gli italiani saranno lieti di fare»

Commenta così Gianni Letta la notizia dell’approvazione del decreto legge da parte del Consiglio dei Ministri per il reintegro dei fondi alla Cultura (Fus, Fondo unico per lo spettacolo) dopo i gravi tagli che aveva subito nell’ultima manovra finanziaria … buona notizia senza dubbio, ma che nasconde le sue “lacune”

Fece discutere la tassa di 1 euro imposta su ogni biglietto del cinema … e sti grandi geni che abbiamo al governo, quei fenomeni che stanno riducendo l’Italia “una pezza vecchia”, per  recuperare al “danno” fatto, ne fanno un altro!

Infatti per recuperare l’euro di tassa sui cinema verranno aumentate le accise sulla benzina … poi di questi periodi che la si può trovare alla modica cifra di 1,50 al litro (e stiamo appena a marzo … non voglio pensare a quanto potrà arrivare ad agosto) …

E se penso che sul costo della benzina ancora paghiamo le accise (Per accisa si intende una imposta sulla fabbricazione e vendita di prodotti di consumo. È un tributo indiretto che colpisce singole produzioni e singoli consumi) per il finanziamento della guerra di Etiopia (del 1935), per il finanziamento della crisi di Suez (1956), per il finanziamento del disastro del Vajont (1963), per il finanziamento dell' alluvione di Firenze (1966), per il finanziamento del terremoto del Belice (1968), per il finanziamento del terremoto del Friuli (1976), per il finanziamento del terremoto dell'Irpinia (1980), per il finanziamento della guerra del Libano (1983), per il finanziamento della missione in Bosnia (1996), per il rinnovo del contratto di lavoro degli autoferrotranvieri (2004) … per un totale di circa 0,25 euro al litro … a cui appunto andrà aggiunto il finanziamento per il Fondo unico per lo spettacolo di altri 0,02 euro (totale 0,27 euro di accisa per litro di benzina) … m’incazzo ancora di più!!!!!!!!!!!!!!!!! (i dati dal sito Camera.it)

Mi domando, ma ridursi qualcosina dal loro umile stipendio mai eh????????? Magari scalare quell’euro dai loro 14000,00 euro mensili non sarebbe stato un grave danno … con 13999,00 euro credo che sarebbero sopravvissuti!

Tanto più che i fenomeni che ci governano continuano a prendere oltre il loro umile stipendio, anche il rimborso spese per i trasferimenti:

I deputati usufruiscono di tessere per la libera circolazione autostradale, ferroviaria, marittima ed aerea per i trasferimenti sul territorio nazionale.
Per i trasferimenti dal luogo di residenza all'aeroporto più vicino e tra l'aeroporto di Roma-Fiumicino e Montecitorio, è previsto un rimborso spese trimestrale pari a 3.323,70 euro, per il deputato che deve percorrere fino a 100 km per raggiungere l'aeroporto più vicino al luogo di residenza, ed a 3.995,10 euro se la distanza da percorrere è superiore a 100 km.

Mi vien proprio da dire … ma che paese di m…





 

1 commento:

>